A Napoli si incontrano l’Etna e il Vesuvio con Palmento Costanzo

A Napoli si incontrano l’Etna e il Vesuvio. Una sinergia secolare, una contaminazione di sapori e di storie, un connubio perfetto: dal 19 al 23 maggio l’azienda siciliana Palmento Costanzo porta in tavola l’energia e il gusto dell’Etna unendole all’arte, ai colori, ai ritmi e alle suggestioni che “Wine and the city” (due eventi ad ingresso libero) e “Vitigno Italia” (tre giorni al Castel dell’Ovo) regalano con la città partenopea. L’ebbrezza della contaminazione del Sud ha inizio venerdì 19 maggio: l’azienda siciliana inaugura l’arrivo in città con una serata (dalle ore 18) da Novelli Arredamenti – in via Vetriera 14 – che organizza un rendez vouz dedicato al “Wine and Design” nell’ambito di “Wine and the city”, la manifestazione ideata da Donatella Silorata Bernabò. Sarà l’occasione per scoprire e conoscere il mondo della cucina con le creazioni di artisti e marchi prestigiosi, insieme ai vini prodotti da vitigni autoctoni e prefillosera della linea Top Palmento Costanzo: “Bianco di Sei” e “Nero di Sei” sono unici nel loro design con l’esclusiva etichetta realizzata in polvere vulcanica dell’Etna da Spazio Di Paolo, vincitrice del premio “Gold” A’ Design Award & Competition per Packaging of the World. Sabato 20 maggio, dalle ore 18:30, va in scena “Culture migranti. Danza, musica, arte senza frontiere” accompagnate dalla vitalità e dall’armonia del vino Palmento Costanzo, per un brindisi alla Cultura, strumento di integrazione per un mondo senza “confini”. Per l’occasione, gli istituti di cultura europei, Institut Français, Goethe-institut Neapel, instituto Cervantes de Nápoles insieme alla Cooperativa sociale Dedalus e Made in Cloister (luogo dell’evento), presentano un grande happening legato al tema delle migrazioni e all’integrazione attraverso le Arti. Giovani artisti internazionali di danza, musica e arte contemporanea si alterneranno nel corso della serata con performance e installazioni proprio dove batte il #CuorediNapoli (piazza Enrico de Nicola).

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...