Fund Raising Dinner: torna l’evento in favore della ricerca sulla Fibrosi Cistica

Tutti i volti in campo per sostenere una straordinaria raccolti fondi 45 chef e pasticceri capitanati dalla stella Michelin Pietro D’Agostino e da Seby Sorbello, i testimonial Gino Astorina e Ruggero Sardo, la stilista Tiziana Tizzini, la cantautrice Gabriella Lucia Grasso. Anche quest’anno l’evento sarà sostenuto dalla Lega Italiana Fibrosi Cistica, la Fondazione per la ricerca FC e dalle associazioni CHIC CHEF, FIC, Cuochi Etnei, CON.PA.IT. Il past president LIFC, Giuseppe Magazzù “A una svolta decisiva, la sperimentazione di nuove molecole”…

La Sicilia protagonista della terza edizione del FundRaising Dinner, l’appuntamento con la solidarietà in favore della ricerca sulla fibrosi cistica, ideato dall’imprenditore Claudio Miceli, i cui proventi saranno interamente devoluti alla sezione Messina della Lega Italiana Fibrosi Cistica. Forte del successo dell’anno scorso, quando il FundRaising Dinner è riuscito a raccogliere ben 32 mila euro, ricevendo dalla LIFC il riconoscimento di campione di raccolta per l’anno 2016, l’evento continua a crescere e, anche per questa edizione, in programma il prossimo 10 ottobre nella splendida cornice di Radicepura a Giarre, potrà contare sul sostegno della Fondazione per la ricerca sulla Fibrosi Cistica (FFC) e del suo presidente Matteo Marzotto e delle associazioni Charming Italian Chef, Cuochi Etnei, la Federazione Italiana Cuochi, la Confederazione Pasticceri Italiani.
Ma sono molti di più i volti della solidarietà che daranno il proprio contributo alla buona riuscita dell’evento, provando a superare i numeri dell’anno scorso, quando i piatti preparati sono stati oltre 10 mila per 700 ospiti, 150 addetti ai lavori, 50 sponsor.
Quest’anno ci saranno 45 fra chef e pasticceri capitanati dalla stella Michelin Pietro D’Agostino de la Capinera di Taormina e da Seby Sorbello, patron del Sabir Gourmanderie di Zafferana Etnea, che daranno vita a straordinari cooking show, componendo piatti come vere e proprie opere d’arte, realizzate con materie prime eccellenti, frutto di una terra fertile e generosa come, si spera, sarà anche il cuore dei partecipanti, i testimonial Gino Astorina e Ruggero Sardo, che con la loro simpatia scandiranno i momenti più salienti della serata; la stilista Tiziana Tizzini, le sue coffe sono conosciute fino in Giappone, creazioni uniche, come le scarpe, accessori, dove la tradizione siciliana rivive nei disegni dipinti a mano di pupi e paladini. Pezzi unici, poi, i suoi grembiuli da cuoco confezionati per il Fundraising dinner; e ancora, la cantautrice Gabriella Lucia Grasso, un’artista ecclettica che incrocia il suo cammino artistico con Carmen Consoli, e che nei sui brani mostra tutta la sua anima latina, forgiata tra le note del jazz, del canto lirico, del fado portoghese e ritmi argentini.
Non mancheranno neppure gli alunni degli istituti alberghieri IPSSEDA “Giovanni Falcone” di Giarre, con la dirigente scolastico Monica Insanguine, e ISS “Salvatore Pugliatti” di Trappitello Giardini Naxos, accompagnati dal dirigente scolastico Luigi Napoli.
Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta nei giorni scorsi, era presente anche Giuseppe Magazzù, ordinario di Pediatria del Policlinico Universitario di Messina e past president della Società Italiana Fibrosi Cistica (SIFC) che ha annunciato come sia giunta a una svolta la sperimentazione delle nuove molecole che possono correggere il difetto del cd canale del cloro e potenziare un suo corretto funzionamento. “I ricercatori stanno procedendo alla identificazione di nuove molecole – ha commentato – che potranno davvero migliorare la qualità e l’aspettativa di vita di migliaia di pazienti”.
La fibrosi cistica è la malattia genetica a decorso potenzialmente letale più frequente della razza bianca: colpisce circa 1 neonato su 3.500 nati. In Sicilia, i pazienti sono circa 500, di cui 238 sono in cura attualmente nella struttura di eccellenza messinese, guidata da Magazzù e sostenuta dalla sezione Messina della LIFC, Il reparto del Centro FC di Messina opera dal 1992 nel Padiglione NI del Policlinico Universitario di Messina ed è sede di sperimentazione di nuove terapie.
Gli chef partecipanti sono: Gianluca Barbagallo, Peppe Bonsignore, Tommaso Cannata, Marco Cannizzaro, Valentina Chiaramonte, Nunzio e Riccardo Cilia, Domenico Colonnetta e Francesco Patti, Cordai, Pietro D’Agostino, Dario Diliberto, Moreno Emmi, Marco Failla, Dario Finocchiaro, Luca Giannone, Massimo Giaquinta, Mario Giovanni Grasso, Pietro La Torre, Gianluca Leocata, Alfio Leonardi, Gianluca Lizzio, Tony Lo Coco, Vincenzo Mannino e Giuseppe Pappalardo, Massimo Mantarro, Roberto Pirelli, Fabio Potenzano, Gaetano Procopio, Angelo Raciti, Elia Russo, Lorenzo Ruta, Nico Scalora e Giovanni Speciale, Lorenzo Scollo, Seby Sorbello e Alfio Visalli, Simone Strano, Giuseppe Torrisi, Orazio Torrisi, Santino Tripoli, Rosario Umbriaco, Maurizio Urso, Salvatore Vicari. I pasticceri: Giuseppe Bellia, Giovanni Cappello, Carmelo Costanzo, Andrea D’Anna, Mario Failla, Ignazio Faranda, Adi Jugu, Peppe Leotta, Nunzio Napoli, Alfredo Orefice, Samuele Palumbo, Valerio Vullo.

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...