Terzo appuntamento con le degustazioni del Seminario su vini e territori dell’Etna

Terzo appuntamento con gli appunti di degustazione. Il presidente di AIS Sicilia ha messo a disposizione di EnoNews le sue note a conclusione del terzo “incontro virtuale”, tramite cioè web, del seminario sui vini e territori dell’Etna.

Un appuntamento che anche in questa occasione ha registrato un grande successo di adesioni, con partecipanti iscritti da diverse delegazioni AIS.

I nostri lettori avranno così la possibilità di degustare i vini protagonisti del seminario oppure, in mancanza della “materia prima”, prepararsi per quando sarà possibile uscire e degustarli.

Ancora buona lettura e buona degustazione.

 

IN DEGUSTAZIONE:

Etna bianco doc 2017 – Tenuta Bastonaca
Etna bianco doc 2016 – Tornatore
Etna rosato doc PrimaeRosae 2018 – Primaterra
Etna rosso dop Tifeo – Gambino
Etna rosso doc c/da Sciaranuova V.V. 2016 – Tenuta Tascante
Etna rosso doc Cirneco 2012 – Terrazze dell’Etna

 

Etna bianco doc 2017 – Tenuta Bastonaca
Note di degustazione:
Etna Bianco DOC 2017 100% carricante, Versante nord dell’Etna in Contrada Piano dei Daini Solicchiata, Castiglione di Sicilia. Una vendemmia ottobrina per un anno decisamente caldo, ma nonostante ciò il vini ha una veste cristallina, con un colore ancora paglierino. Da subito note di fiori e per e frutta gialla, sentori di pesco, ginestra, agrumi, cedro e lime, si insinua finemente il sulfureo come affermazione territoriale del vitigno. Ancora fresca la beva e non manca lo spessore gustativo, si presenta coerente in tutta la degustazione.
In chiusura ottimo l’equilibrio fra sapidità e freschezza con una bella e durevole persistenza.
Punteggio: 86

 

Etna bianco doc 2016 – Tornatore
ETNA bianco doc carricante versante nord nel comune di Castiglione di Sicilia. La vendemmia si è svolta nella seconda decade di ottobre. Si presenta luminoso e cristallino. Un naso di bell’impatto ma con finezza, immediate sentori minerali, erbe aromatiche, salvia e una nota di ruta. La frutta richiama il cedro e le nespole. L’insieme opera sotto l’egida di una  piccata mineralità.
Il gusto è equilibrato negli elementi fra sapidità e freschezza, gradevole già la rotondità con una bella persistenza.
Punteggio: 87

 

Etna rosato doc PrimaeRosae 2018 – Primaterra
Etna doc rosato da Nerello Mascalese 90% Nerello Cappuccio 10%.
C.da Sciaranova da un’altitudine di 800 metri un suolo difficile e pietroso. Una vendemmia svolta nella seconda decade di ottobre. Fermentazione in barrique usate da 225 litri.
Una vista che presenta una vivacità cristallina con un colore deciso verso il chiaretto. Naso intenso con bella finezza espressa dove si riconoscono sentori di more, ciliegie e rose, un floreale di geranio e erbe aromatiche dal timo a  al finocchietto selvatico, il tutto sorretto da una base minerale e sentori lievemente vanigliati.
Un palato equilibrato, pieno avvolgente con un fondo sapido e di notevole persistenza.
Punteggio: 89

 

Etna rosso dop Tifeo – Gambino
Versante nord Linguaglossa. Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio.
Si presenta alla vista con un colore rubino di buona trasparenza sorretto da buona luminosità. Un olfatto di frutti di bosco e spezie con sentori di legno ancora evidenti. Profumi di tabacco e sigaro. Gusto pieno con tannino lieve, vino dotato di media persistenza.
Il vino svolge 12 mesi in rovere, barriques da 225 litri e tonneaux da 500 litri, 12 mesi in acciaio e almeno 3 mesi in bottiglia
Punteggio: 84

 

Etna rosso doc c/da Sciaranuova V.V. 2016 – Tenuta Tascante
Il vino proviene dalla Contrada Sciaranuova V.V. Vendemmia 2016 da Nerello Mascalese. Affina in barili di Rovere di Slavonia da 25 hl per 12 mesi.
Luminoso alla vista, sentori fini e piacevolmente speziati, con note di lamponi, more di rovo, prugne, marasche e sentori minerali con un fondo di mineralità. Gusto equilibrato, un vino coerente nelle varie fasi della degustazione, tannino vellutato seppur vivo e ben bilanciato con la freschezza.
Caldo, piacevole di buona persistenza.
Punteggio: 86

 

Etna rosso doc Cirneco 2012 – Terrazze dell’Etna
100% Nerello Mascalese, zona di produzione versante nord ovest dell’Etna tra 650-850 metri s.l.m.
Invecchiamento: 12 mesi in tonneau rovere francese doppia tostatura, secondo /terzo passaggio, segue lungo affinamento in bottiglia minimo 3 anni. Manto luminoso, rubino trasparente con sfumature già che girano sul granato. Un olfatto elegante, ampio, bene espresso in una diversificazione di sentori riconoscibili come frutta rossa di more selvatiche, marasche, balsamicità, pepe nero, tabacco, carrubba, minerali di grafite, gelsi in confettura, miele di castagno.
Palato equilibrato, tannino morbido, setoso, lunga persistenza con freschezza che vuole regalare ancora evoluzione, finale di carattere con una piacevole sapidità.
Punteggio: 92

 

Facebooktwittermail
Antonio Carreca

Antonio Carreca

Giornalista professionista e sommelier, Antonio Carreca nel corso della sua quasi trentennale carriera ha collaborato e collabora con tv, radio, giornali e testate on line. Ha curato anche uffici stampa di enti pubblici, aziende e società sportive; ha diretto periodici on line. Nel 2010 è stato tra i fondatori e primo direttore responsabile di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...