#aissiciliaracconta – La nuova iniziativa webcast di AIS Sicilia

Nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità“: così disse Albert Einstein. E’ proprio in questi momenti che ci si deve reinventare per rimanere accanto ai soci, per non far sentire la distanza, per mantenere lo spirito associativo.
Sull’onda del successo dell’iniziativa #ladistanzanoncidivide dell’Associazione Italiana Sommelier con la quale, a livello nazionale, si è creata una didattica a distanza al fine di far conoscere le meravigliose realtà del patrimonio vitivinicolo (anche con il contributo della nostra Flavia Catalano che ci ha raccontato l’Etna – lo trovate qui), anche AIS Sicilia ha deciso di dare il proprio contributo.
Nasce così l’iniziativa #aissiciliaracconta, con l’intento di approfondire le realtà inerenti i territori e le denominazioni siciliane.
La Sicilia enologica è considerata oggi un vero e proprio continente: grazie alle caratteristiche pedoclimatiche variabili e ad un’ampia biodiversità è presente un panorama varietale dove l’80% è rappresentato da vitigni autoctoni e per il 20% da internazionali. Le uve vengono coltivate nelle zone costiere, in collina, sino alla ragguardevole quota dei 1.000 mslm sull’Etna; ciò vuol dire clima, altitudini ed esposizioni molto differenti tra di loro che donano ai vini caratteristiche uniche ma al contempo diverse in relazione alla zona di produzione.
Tutto questo sarà l’oggetto del racconto dei Sommelier di AIS Sicilia, mediante dei video pubblicati settimanalmente sulla pagina facebook regionale e sul nuovo canale webcast presente sul sito web. L’iniziativa è già online con un video di presentazione che racconta le bellezze naturali, storiche ed architettoniche dell’isola, ed è stato già presentato il racconto della DOC Vittoria con il contributo di Fabio Gulino.
Prossimo appuntamento Lunedi 25 maggio con la DOC Pantelleria nel racconto di Claudio Di Maria.

Facebooktwittermail
Danilo Amato

Danilo Amato

Geometra integerrimo, le "terre" che più gli piacerebbe "misurare" sono le vigne francesi nella Champagne o le straordinarie campagne del Sangiovese; fedele ai numeri, e non solo, non ritiene possibile uscire fuori dagli schemi matematici. Poliedrico e apparentemente tradizionalista, crede con fermezza nelle fonti di energia rinnovabili. Tra le varie strade percorse ha trovato la strada del vino nella lontana edizione di Enopolis, e da allora non ha più abbandonato l'Associazione Italiana Sommelier acquisendo il diploma di sommelier e di degustatore ufficiale. Esperto e preciso nel servizio di sommellerie, collabora con Enonews dal 2013 anche ideando e organizzando eventi come "Calici a Corte" a Brucoli.

Potrebbero interessarti anche...