E’ morto Domenico Clerico. Il suo credo: tenere alto il nome del Barolo

Il mondo del vino saluta una delle figure più importanti della produzione enologica italiana ed internazionale: Domenico Clerico, noto barolista monfortese. Il produttore, infatti, “è deceduto la sera di domenica 16 luglio nella sua abitazione di località Cucchi, assistito dalla moglie Giuliana, dai parenti e da tanti amici che hanno condiviso con lui questo ultimo periodo di malattia. Stroncato da un tumore, con il quale ha combattuto per alcuni anni, Domenico Clerico (classe 1950) dopo aver ereditato l’azienda paterna, l’ha portata a livello internazionale”. Riportiamo alcuni significativi passaggi da un articolo de La Stampa di Torino, a firma di Valter Manzone da Monforte d’Alba, in cui leggiamo: “Sul sito, (Domenico Clerico, ndr) riassumeva cosi la sua filosofia: «Ancora oggi, nonostante le difficoltà che la vita ci riserva, resto focalizzato solo sulla qualità, cercando di tenere alto il nome del Barolo, dalla vigna fino alla bottiglia».” Parole che non sono solo tali e che lasciano intendere quanto sia stata grande questa figura di produttore e di amante del vino italiano di altissima qualità.

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...