“Cantine Aperte”: in Toscana il vino come mecenate del nuovo millennio

“Gustiamo il Bello della Toscana” è il tema scelto dal Movimento Turismo del Vino Toscana per lanciare la nuova edizione di Cantine Aperte. Sarà questo il filo conduttore che unirà le circa cento aziende che sabato 27 e domenica 28 maggio apriranno le porte agli appassionati facendo scoprire non solo i tesori custoditi nelle botti e nelle bottiglie, ma anche quelli artistici e paesaggistici che grazie al loro impegno sono stati conservati e resi vivi fino a oggi. «L’idea nasce dalla volontà di valorizzare le tantissime particolarità, curiosità e bellezze nascoste custodite nelle cantine toscane – spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Violante Gardini – perché il vino è indissolubilmente legato alla cultura e in Toscana proprio grazie al vino possiamo dire di essere riusciti a conservare un patrimonio artistico e paesaggistico che è anche la forza del turismo e dell’enoturismo in particolare».

I tesori custoditi grazie al vino. In Toscana sono centinaia le cantine che custodiscono tesori non solo di arte, ma anche di architettura o paesaggio. A partire dai palazzi storici che ospitano gran parte di queste aziende, passando per le costruzioni d’autore firmate da affermati architetti famosi in tutto il mondo, fino all’arte stessa visto che tante cantine sono un vero e proprio museo raccogliendo opere che altrimenti non sarebbero visibili al pubblico. Il vino è una risorsa fondamentale anche per la tutela del paesaggio: basti pensare che in Toscana molte cantine sono situate all’interno di parchi naturali, o addirittura paesaggi patrimonio mondiale riconosciuti dall’Unesco. Senza contare che le aziende vitivinicole, grazie al loro impegno anche in termini turistici, sono un vero e proprio attrattore di appassionati di arte e di cultura. Insomma un circuito virtuoso, quello che si crea tra vino e arte in Toscana, che il Movimento Turismo del Vino Toscana ha voluto valorizzare promuovendo l’iniziativa di Cantine Aperte 2018.

“Gustiamo il bello della Toscana”. Come detto il tema toscano scelto per Cantine Aperte 2018 è “Gustiamo il bello della Toscana. Ogni azienda avrà l’opportunità di valorizzare una sua caratteristica bellezza e mostrarla in via del tutto eccezionale ai tanti wine lover in visita durante l’evento con la possibilità di mostrare particolarità che caratterizzano la cantina stessa come un quadro, uno scorcio paesaggistico, un manufatto, una stanza solitamente chiusa al pubblico e tante altri elementi che fanno da sfondo alla cultura del vino che accompagnerà gli appassionati alla scoperta dei tesori nascosti delle cantine. Per l’occasione MTV Toscana fornirà un cavalierino da apporre accanto alla “bellezza” protagonista durante l’iniziativa.

Per scoprire le aziende aderenti a Cantine Aperte, le opere in visione e i relativi programmi è in aggiornamento la pagina dedicata all’evento su www.mtvtoscana.com

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...