Successo anche a Catania per la IX Giornata Nazionale del Vino e dell’Olio

Catania, 11 maggio 2019. Un grande successo di pubblico per l’incontro sul tema dell’enoturismo ed il turismo territoriale tenutosi sabato 11 maggio a Catania all’interno degli spazi del prestigioso Palazzo della Cultura, in occasione della IX edizione della Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio, ideata e organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier volta a celebrare, in 20 diverse sedi in Italia, l’importanza della cultura del vino e dell’olio e valorizzare lo straordinario patrimonio che i due settori rappresentano per il nostro Paese. L’iniziativa di portata nazionale è sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal MIPAAFT e MIBAC, con il patrocinio di RAI e la partecipazione del TGR grazie ad un protocollo di intesa sottoscritto con AIS.
Tra gli interventi del convegno, moderati dalla giornalista del quotidiano “La Sicilia”, Carmen Greco in apertura il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, che ha risposto con piacere alla qualificata iniziativa insieme all’Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione e Pari Opportunità del Comune di Catania, Barbara Mirabella, ha anche fornito un dato importante sull’incremento dell’interesse turistico di qualità legato anche all’enogastronomia nel territorio di Catania ed etneo, che conta già nel primo trimestre del 2019 un aumento del 70% degli incassi della tassa di soggiorno, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, nonostante la flessione avutasi a causa del sisma del 26 dicembre scorso.
Immancabili i saluti del Presidente di AIS Sicilia, Camillo Privitera, che durante il suo intervento ha, con commozione, ricordato la socia AIS e sommelier Rosa D’Agostino, scomparsa prematuramente ed alla quale è stata dedicata la giornata; la giornalista culturale e curatrice d’Arte contemporanea, Giusi Diana, ha richiamato l’antico legame tra arte e cultura del vino ed ha confermato l’attuale interesse ad iniziative di “residenze di artisti” tra vigneti e cantine per la realizzazione di opere “site specific”. Il turista, sempre più attento e preparato, apprezza oggi un viaggio di tipo esperienziale e per tale motivo un’offerta turistica d’eccellenza può funzionare solo se tutti gli stakeholders lavorano in sinergia all’interno di un sistema fatto di diverse professionalità e competenze; questo è ciò che ha puntualizzato Tiziana Gandolfo, esperta organizzatrice di eventi e titolare di agenzia viaggi. Gina Russo, Presidente della Strada del Vino dell’Etna, ha poi parlato di due iniziative attive all’interno dell’associazione, una di salvaguardia e tutela del territorio attraverso la specifica App “EtnAmbiente” grazie alla quale è possibile segnalare la presenza di discariche abusive ed un’altra di forte interesse turistico “ Il Treno dei vini dell’Etna”, un percorso di visite e degustazioni grazie al quale è possibile esplorare il territorio dell’Etna a bordo del trenino della ferrovia Circumetnea che conduce i turisti presso varie cantine etnee. Non è mancata la presenza del Mipaaft e ICQRF Sicilia intervenuto con la presenza del Resp. Ufficio Area Catania, Ernesto Puglisi Allegra, che ha sottolineato come vino, olio e gli altri prodotti di qualità subiscano un serrato controllo finalizzato alla lotta e repressione delle frodi nel settore agroalimentare.
La giornata è proseguita con un ricco programma tra cui le immancabili degustazioni delle aziende partecipanti: Alessandro di Camporeale, Badalà, Paolo Calì, Firriato, Fischetti, Gurrieri; Masseria Incarrozza, Masseria Setteporte, Murgo, Musita, Palmeri, Primaterra, Rapitalà, Cantine Russo, Valle delle Ferle, Tenute Lombardo per i vini e Albacara- Fattoria del Grano per oli e formaggi. I banchi d’assaggio e le tre Masterclass tematiche su oli, formaggi e vino e grappe siciliane, guidate da: il Capo Panel, Ercole Aloe, la sottoscritta relatrice AIS, Flavia Catalano, e il sommelier AIS, Maurizio Molinaro, e mirate al corretto approccio al riconoscimento delle caratteristiche organolettiche dei prodotti di qualità proposti con i migliori abbinamenti, hanno avuto una ricca partecipazione di pubblico. L’organizzazione della manifestazione è stata affidata alla delegata di AIS Catania, Maria Grazia Barbagallo, che ha guidato tutta la squadra dei sommelier e che negli anni insieme al Presidente di AIS Sicilia, Camillo Privitera, sta svolgendo anche un importante lavoro di avvicinamento della Città e delle Istituzioni al mondo del vino e della sommellerie.

Flavia Catalano
Responsabile Comunicazione AIS Sicilia
mail: comunicazione@aissicilia.com

 

Facebooktwittermail
Flavia Catalano

Flavia Catalano

Nata in quella che fu anche la città di Eschilo, vive a Catania da più di dieci anni. Laureata in giurisprudenza, perché nella Giustizia crede fermamente, completa il suo percorso formativo diventando Avvocato e Specialista in professioni legali. Oggi è un temutissimo liquidatore assicurativo. Donna volitiva, testarda e determinata affina le sue innate doti manageriali frequentando un master in gestione e sviluppo delle risorse umane. Le scommesse che ama vincere sono quelle con sé stessa. Considera gli ostacoli un’opportunità; dal corso di vela ha imparato che anche controvento “virando” e “strambando” prima o poi al porto si arriva. Ama esercitare le sue corde vocali guardando le partite della “Signora”. È un’appassionata collezionista di scarpe e borse. Non ha mai giocato con le bambole, e le principesse non rientrano tra le sue muse ispiratrici. Specialista in problem-solving, ritiene che il modo più veloce ed efficace per trovare una soluzione sia osservare il problema dalle isole caraibiche. Folgorata dall’incontro con Bacco, oggi il suo sangue ha un’alta gradazione alcolica. Sommelier e degustatrice ufficiale AIS, collabora con EnoNews dal 2013

Potrebbero interessarti anche...