Un successo la prima giornata dei “Campionati della Cucina Italiana”

 

foto pozzulo“I concorsi sono nel Dna dei Cuochi. Rappresentano non solo un medagliere con premi e riconoscimenti, ma una crescita professionale da spendere ogni giorno nelle nostre cucine. La manifestazione non dimentica, infatti, le sue finalità anche didattiche. Siamo entusiasti, tra l’altro, per l’altissima partecipazione di concorrenti e di pubblico al nostro evento. Il mio plauso va inoltre a tutta la squadra Fic, che si impegna ogni giorno per rendere la nostra professione sempre più prestigiosa e qualificata”.
Traspare entusiasmo dalle dichiarazioni che il presidente nazionale della Federazione Italiana Cuochi, Rocco Pozzulo, ha rilasciato ieri mattina (venerdì 18 marzo, ndr) alla stampa in occasione dell’apertura ufficiale dei “Campionati della Cucina Italiana”, inaugurati nel centro fieristico di Montichiari (Brescia) e che si concluderanno lunedì 21 marzo.
Un grande evento, che racchiude tanti elementi di valore al suo interno e che rispecchia il nuovo volto che il presidente Pozzulo ha voluto dare alla Federazione con il manifesto del Cuoco 3.0: visioni, valori, vantaggi.
Tanti i concorrenti già in gara da ieri mattina, tra singoli e squadre, e tante le competizioni ancora in corso, sotto l’occhio vigile di una giuria numerosa e qualificata, presieduta dal Maestro Giorgio Nardelli.
Numerosi anche i cooking show in programma e quelli già svolti, tra cui l’esibizione culinaria del presidente Fic Promotion, Seby Sorbello (nella foto la realizzazione di uno dei suoi piatti).  piatto seby sorbello
I “Campionati” arrivano ad appena 3 giorni dalla firma in Farnesina dell’accordo tra ben tre ministeri italiani (degli Esteri, delle Politiche Agricole e dell’Istruzione) per la valorizzazione della cucina italiana di qualità nel mondo.
L’evento si sta svolgendo all’interno della 6^ fiera “Vita in Campagna” a Montichiari (BS), con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, all’interno de “Il Salone di Origine”. I “Campionati della Cucina Italiana” sono di fatto la più grande vetrina nazionale che vede concorrere e confrontarsi nei quattro giorni più di 400 chef e team regionali o provinciali in tutte le categorie di gara. La cucina calda, quella fredda e le opere della gastronomia artistica nelle interpretazioni di veri professionisti; tendenze e proposte per dar prova del grande spettacolo della cucina italiana e dei suoi straordinari prodotti.
Nell’ambito della competizione culinaria, si colloca lo stand FEAMP – il programma Operativo dell’intervento comunitario del Fondo Europeo per gli affari marittimi e la pesca in Italia – allestito dalla Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura per le attività di promozione dei prodotti ittici. Si tratta di un’area dedicata a momenti di degustazione, rivolti sia agli operatori specializzati del settore ittico sia al grande pubblico, allo scopo di avvicinare i consumatori ai prodotti ittici e in particolare al consumo di pesce azzurro. Chef professionisti della Federazione Italiana Cuochi si esibiscono in spettacolari cooking show interagendo con il pubblico presente per far conoscere e degustare le straordinarie carni di pesci dimenticati o poco utilizzati. Prodotti eccellenti, come alcune specie di pesce azzurro del quale le nostre coste sono ricchissime, restano infatti risorse poco sfruttate.
foto gruppo montichiariNell’area sono disponibili per queste ragioni i materiali informativi sulle proprietà organolettiche del pesce azzurro e il ricettario “Il pesce dimenticato e i prodotti della terra”, nel quale vengono proposti particolari abbinamenti per risvegliare l’attenzione della ristorazione nei confronti di questo tipo di pescato.

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...