Nasce a Palazzolo Vicoli&Sapori associazione ristoratori: insieme con gusto

Il Presidente è Paolo Didomenico, chef e patron de Lo Scrigno dei Sapori, i soci fondatori sono La Corte di Eolo, La Taverna di Bacco, Al Punto Giusto, Andrea, Tancredi, Il Cinghiale e Trattoria del Gallo, insieme hanno scelto di costituirsi in associazione volta alla valorizzazione delle eccellenze territoriali di Palazzolo Acreide. Il debutto lo scorso venerdì 27 con una apprezzata e partecipata cena collettiva tenutasi presso la Corte di Eolo. Ciascuno degli chef ha preparato una portata all’insegna de “l’unione e la capacità sono la nostra forza” come recita il motto che il Presidente Didomenico ha voluto scrivere sul menù. Non è facile che tanti chef condividano la cucina ma, con il suo garbo, con la sua competenza, Paolo è riuscito a fare squadra! Prima della cena, la presentazione ufficiale con gli interventi del Presidente, del Sindaco di Palazzolo, Carlo Scibetta, e dei rappresentanti dei più importanti sodalizi enogastronomici: Vincenzo Tubolino come delegato regionale AIS, Alessandro Carrubba per AIS Siracusa, Rodolfo Paternicò per Slow Food, Anna Martano, Prefetto Sicilia AIGS Accademia Italiana Gastronomia e Gastrosofia, ed il prof. Sebastiano Zimmitti come rappresentante FIC e segretario Associazione Provinciale Cuochi Aretusei, presente con gli studenti di cucina associati della Scuola di enogastronomia e ospitalità alberghiera. Il Presidente Didomenico e il socio fondatore Tancredi Parentignoti sono stati insigniti recentemente dal Questore di Siracusa, Rosario Giunta, del Blasone di Ambasciatore dell’AIGS a testimonianza della loro bravura e della loro serietà professionale. E, dopo la entrée proposta da Massimo Iacono della Taverna d i Bacco, un Crostino di lardo di suino nero, Paolo e Tancredi hanno dimostrato tutta la loro sapienza con gli antipasti proposti; Tancredi ha presentato un sublime sformatino di senape selvatica con salsiccia tradizionale di Palazzolo e scaglie di pane fritto con crema di piacentino ennese: l’amaro della verdura stempera l’untuosità della salsiccia, il pane arricchisce con la giusta nota di croccantezza e l’aroma di zafferano del piacentino regala straordinari profumi a un piatto che attinge alla tradizione popolare. Paolo coccola il palato con una perfetta di vitello aromatizzata al limone femminello di Siracusa farcita con fior di Garofalo su vellutata di carote, cipolla rossa speziata, accompagnata da chiacchiera di Bidì, un pregiato grano antico siciliano: la cipolla attenua la dolcezza della carota, il formaggio che fonde all’interno ammorbidisce la carne e la nota acidula del limone dona profumo e freschezza al piatto…una goduria!
Queste le altre portate del menù: ravioli ripieni di manzo con vellutata di zucca, caprino e noci, piatto semplice ma carico di gusto ideato da Valentino Aguzzino de Al Punto Giusto; maccheroncini rossi con salsiccia di cinghiale, champignon, mandorle tostate su fonduta di ragusano DOP creati da Marco Giuliano de Il Cinghiale; sella di agnello al forno con purea di cipolla, pensato per la serata da Gianni Savasta della Trattoria del Gallo; mousse di ricotta con olio dei Monti Iblei e tartufo palazzolese, dessert delle chef Andrea Alì.
Una menzione speciale merita il Sottopancia di vitello modicano glassato al Nero d’Avola accompagnato da un sorprendente piru spinieddu granellato e crema di Ragusano DOP, realizzato da Giuseppe Luparello della Corte di Eolo, chef tanto giovane quanto talentuoso capace di trovare accostamenti originali ma equilibrati.
Tra i vini presentati durante la cena, il maggior gradimento è stato incontrato dal Major delle Cantine Bagliesi, blend di Nero d’Avola, Merlot e Cabernet-Sauvignon, dal colore rosso rubino con riflessi violacei, con aromi di frutti rossi, amarena principalmente, con tannini morbidi e avvolgenti, un vino rotondo, con una buona freschezza e giusta astringenza.
Una serata gradevole all’insegna del territorio. Al Presidente Didomenico e al suo sodalizio auguriamo un futuro goloso!

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...