Al via la nuova edizione di Canelli Città del Vino: si celebra il Metodo Classico

Tutto pronto per una nuova edizione di Canelli Città del Vino, la tre giorni di degustazioni, enogastronomia, musica e tradizioni che si svolgerà dal 23 al 25 giugno nel cuore di Canelli, capitale del Metodo Classico e terra riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Proprio a Canelli Carlo Gancia nel 1865 perfezionò, per la prima volta in Italia, questo vino prodotto con rifermentazione in bottiglia. Gancia come tutti gli anni farà parte del circuito delle quattro cattedrali sotterranee che terranno le cantine aperte per le visite e le degustazioni durante la manifestazione accogliendo i visitatori con un programma fitto e interessante. Durante le tre giornate infatti i visitatori potranno, su prenotazione, visitare le “cattedrali sotterranee” di Casa Gancia, ovvero le splendide gallerie di affinamento con volte a crociera, risalenti al 1660, culla del progetto che ha portato al riconoscimento a Patrimonio dell’Umanità per il territorio delle Langhe e Colline Astigiane e degustare gli spumanti Gancia presso il Wine Shop dell’azienda. Per questa edizione Casa Gancia ospiterà la cantina BISSON di Chiavari (www.bissonvini.it), ideatrice del processo di invecchiamento delle bottiglie di Metodo Classico sul fondale marino ad una profondità di 60 metri. In degustazione saranno quindi proposti: l’Alta Langa Docg Metodo Classico Brut 36 mesi, l’Asti Docg e lo Spumante Metodo Classico Bisson.
Durante la manifestazione i riflettori saranno inoltre puntati sul Secondo Forum Nazionale sul Metodo Classico dal titolo “Questione di Metodo” che si terrà sabato 24 giugno alle ore 10:00 presso le Cantine Contratto, via G.B. Giuliani 56.
L’appuntamento metterà attorno ad un tavolo i principali attori delle maggiori aree vocate del settore. Voluto e ideato dal giornalista Vanni Cornero, dopo il focus del 2016 su un mondo a tante velocità, il tema dominante di quest’edizione riguarderà i numeri che contraddistinguono il Metodo Classico: numeri a tutto tondo, che non sono solo bottiglie vendute ma, anche, immagine, comunicazione, trasmissione di valori e di identità territoriali.
La manifestazione Canelli Città del Vino 2017 coinvolgerà come ogni anno tutta la cittadinanza e i visitatori con importanti appuntamenti come cene a tema, local food, eventi in piazza, accompagnati da musiche della tradizione, spettacoli e intrattenimento.
Un’occasione unica per vivere il territorio UNESCO delle Langhe e Colline Astigiane in tutte le sue sfumature.

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...