Estate ed Etna: Wineup Expo presenta il concorso culinario siciliano La Medusa

Non ci sarà solo il Concorso Enologico Venere Callipia in occasione della manifestazione Wineup Expo in programma dal 19 al 22 luglio prossimi a Castiglione di Sicilia, organizzato dall’associazione culturale Sicilia Pro Events. L’Etna avrà la possibilità di ospitare pure un importante concorso culinario che vedrà in gara tante eccellenze provenienti da tutte le province siciliane, ossia il Concorso “La Medusa”. Location prescelta sono le storiche cantine Patria. Alla scuola di cucina trapanese/palermitana, protagonista della passata edizione e capitanata dallo chef Nino D’Ambrogio dell’Agriturismo Vultaggio, si affiancheranno quest’anno gli chef dell’Associazione “Vicoli&Sapori” di Palazzolo Acreide in provincia di Siracusa, a rappresentare la ricca offerta gastronomica della città barocca patrimonio Unesco, nonché un vero e proprio squadrone di chef sia di Catania che di Messina, padroni di casa.
Sono i nuovi Monsù siciliani, impegnati oggi non solo a cucinare nei propri ristoranti ma a raccontare i loro territori, aiutati in questo dalla bontà e ricchezza delle materie prime che la Sicilia offre. Il tonno di Favignana, il gambero rosso di Mazara del Vallo, l’aglio di Nubia, il Marsala, questi sono gli elementi fondamentali della cucina trapanese che sanno stupire ed inebriare il palato, nonostante la generosità delle porzioni che rispecchia l’animo stesso dei siciliani, espansivi sempre. E questi saranno gli ingredienti usati nelle loro ricette dagli chef della Sicilia occidentale.
“Vicoli&Sapori”, invece, è una giovane associazione di ristoratori che hanno deciso di fare squadra per promuovere il proprio territorio. Hanno saputo creare un evento straordinario, nell’antico quartiere dell’Orologio”, ormai meta fissa per gli appassionati del turismo enogastronomico e che quest’anno si terrà il 28 e 29 luglio. Fra i vicoli barocchi si esibiscono gli chef nella preparazione di piatti realizzati con il meglio della materia prima locale, dalla salsiccia tradizionale di Palazzolo Acreide (presidio Slow Food) ai formaggi vaccini, sino agli splendidi dolci.
Gli chef di casa di Catania e Messina saranno quelli che sentiranno di più il “peso” del loro compito. Giocando in casa dovranno sfoderare ancor di più la loro bravura nel saper interpretare i sapori della montagna e del mare. Le degustazioni dei menù in concorso si terranno presso il suggestivo anfiteatro delle cantine Patria dove una giuria valuterà la qualità dei cibi, la loro storicità e la capacità dei ristoratori in concorso di presentare il piatto nel miglior “Visual” possibile. A presiederla sarà Franco Virga, che insieme alla moglie è titolare di diversi locali di tendenza palermitani, dal Gagini Vucciria alla Buatta cucina popolana, al Bocum, creati per puro giubilo ed ora veri punti di riferimento del mondo della cultura enogastronomica palermitana. Coordinatore degli chef in gara sarà Paolo Austero, docente all’Università di Scienze gastronomiche, chef dall’ampio bagaglio di esperienze maturate in tutte le parti del mondo.
Per maggiori dettagli: www.wineupexpo.it/concorsi/

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...