Expo Food & Wine: grandi degustazioni organizzate da Ais Sicilia ed EnoNews

Inizia domani la 2^ edizione del DegustazSSalone internazionale delle eccellenze enogastronomiche del Mediterraneo alle Ciminiere di Catania e anche quest’anno l’Associazione italiana sommelier Sicilia contribuisce a rendere il programma ancora più ricco grazie all’organizzazione di cinque grandi degustazioni guidate.  Si comincia sabato 28 Novembre alle ore 17:00 con una meravigliosa verticale di Kaid, il pluripremiato Syrah tutto siciliano dell’azienda Alessandro di Camporeale. La degustazione, la cui organizzazione è affidata alla delegata di Catania,  Mariagrazia Barbagallo, sarà guidata da Benedetto Alessandro in rappresentanza dell’azienda e dal presidente di Ais Sicilia Camillo Privitera. Sei grandi annate 2013, 2012, 2010, 2007, 2002 e 2001 sicuramente da non perdere. Si prosegue alle 19:30 con un evento unico, una verticale di uno dei vini italiani più famosi al mondo: il Brunello di Montalcino Biondi Santi. La storia di un mito che verrà raccontata da Camillo Privitera insieme ai sommelier professionisti Piero Giurdanella e Gherardo Fabretti; quattro annate strepitose 2006-2007-2008-2009 da inserire nel taccuino non solo di un wine lover ma di un vero e proprio degustatore professionista! La domenica sarà ancora più ricca di appuntamenti perché si comincia alle 13:00 con un originale aperitivo al Marsala. L’esperto che seguirà questo percorso di abbinamento cibo-vino non può che essere Michele Miceli, sommelier marsalese che sta diffondendo la cultura del Marsala attraverso il progetto Heritage delle Cantine Intorcia. I piatti saranno preparati dai cuochi etnei.
Ais Catania ripropone una degustazione che ha avuto un grande successo per chi non ha avuto la possibilità di partecipare e che EnoNews ha già seguito. Alle ore 16:00 l’immancabile appuntamento è con mamma Etna e con sei grandi vini figli del vulcano. Due annate 2007-2010 di Pietra Marina, elegante, tenace e amato carricante dell’azienda Benanti; due giovani annate 2013-2014 del Primarosa dell’azienda Primaterra espressione originale e intrigante in versione rosato da uve nerello mascalese, fresco di apprezzamenti oltremanica, e per finire due annate 2011-2012 dell’imponente e longevo Etna Rosso Primaterra. Vini e territorio raccontati con amore e professionalità della produttrice nonché esperta sommelier Tiziana Gandolfo e dall’enologo Andrea Marletta. Per concludere le grandi degustazioni dell’Ais, a partire dalle 19:00 Filippo Mazzei racconterà la storia di cinque grandi vini di famiglia cominciando con Zisola dell’annata 2013 e proseguendo con una orizzontale dell’annata 2011 in versione Magnum di Castello di Fonterutoli, Tenuta Belguardo, Effe Emme e Doppio Zeta. La degustazione sarà guidata dai sommelier Salvo Di Bella ed Orazio di Maria. So già che non sarà facile scegliere quale degustazione da seguire, il consiglio che posso darvi è allora quello di prenotarle tutte. EnoNews sarà lieto di fare il resoconto, cercando di raccogliere gli aspetti più curiosi ed allettanti da ricordare.

Facebooktwittermail
Flavia Catalano

Flavia Catalano

Nata in quella che fu anche la città di Eschilo, vive a Catania da più di dieci anni. Laureata in giurisprudenza, perché nella Giustizia crede fermamente, completa il suo percorso formativo diventando Avvocato e Specialista in professioni legali. Oggi è un temutissimo liquidatore assicurativo. Donna volitiva, testarda e determinata affina le sue innate doti manageriali frequentando un master in gestione e sviluppo delle risorse umane. Le scommesse che ama vincere sono quelle con sé stessa. Considera gli ostacoli un’opportunità; dal corso di vela ha imparato che anche controvento “virando” e “strambando” prima o poi al porto si arriva. Ama esercitare le sue corde vocali guardando le partite della “Signora”. È un’appassionata collezionista di scarpe e borse. Non ha mai giocato con le bambole, e le principesse non rientrano tra le sue muse ispiratrici. Specialista in problem-solving, ritiene che il modo più veloce ed efficace per trovare una soluzione sia osservare il problema dalle isole caraibiche. Folgorata dall’incontro con Bacco, oggi il suo sangue ha un’alta gradazione alcolica. Sommelier e degustatrice ufficiale AIS, collabora con EnoNews dal 2013

Potrebbero interessarti anche...