Il 2° Circolo Didattico di Biancavilla tra orti didattici e convegni internazionali

missionNon ce ne sarebbe proprio bisogno, visti i successi educativi e formativi ottenuti in questi anni, ma il 2° Circolo Didattico di Biancavilla rafforza comunque i suoi propositi di indirizzare sempre più i propri alunni sul percorso della sana alimentazione e della corretta educazione alla tavola mediterranea. E lo fa con traguardi prestigiosi, come la recente partecipazione al convegno internazionale organizzato dall’Università di Catania su: “Dissodare cultura, seminare futuro”.
Eh già, una parola che diventa sempre più impegnativa: futuro! Che cosa lasceremo alle nuove generazioni? Quale sarà l’eredità culturale, morale, ambientale che raccoglieranno i nostri figli? Sono domande delicate e fondamentali, che necessitano al più presto di una risposta. Intanto a Biancavilla, sotto la direzione “vulcanica” della dirigente scolastica Simona Perni, tra le tante attività svolte, eccelle l’approfondimento del mondo agroalimentare. Ed è stata la stessa preside Perni ad intervenire, assieme alle docenti Clara Fallica e Rosaria Saccone, in rappresentanza del 2° Circolo di Biancavilla, sia alla sessione della scuola primaria che a quella dei dirigenti scolastici e rappresentanti del territorio.
Tante le domande a cui le docenti hanno dovuto rispondere con entusiasmo (reperimento d fondi, metodologia utilizzata, trattamento della terra e dei prodotti raccolti, coinvolgimento del personale scolastico e delle famiglie, implicazioni didattiche e valutazione), ma tanti anche i complimenti ricevuti, sia per la lunga esperienza nell’ambito del progetto orto (l’attività comincia alla fine degli anni ’90) sia per il collegamento con il curricolo didattico e formativo.logo
Simona Perni è intervenuta, poi, per la sessione dei dirigenti scolastici e rappresentanti del territorio, rispondendo anch’ella a diverse richieste di chiarimento (in particolare il reperimento dei fondi, il coinvolgimento delle famiglie, il collegamento con l’ASP e con l’educazione alimentare).
I docenti universitari, intervenuti nelle sessioni precedenti, hanno infine rinnovato il proprio impegno a supportare le scuole che hanno aderito all’attività di ricerca promossa dalle tre facoltà coinvolte (Scienze della formazione, Architettura e urbanistica, Medicina Clinica e sperimentale). I prossimi impegni, in particolare, saranno legati alla pubblicazione degli interventi del seminario e dei saggi che saranno inviati dalle scuole.
Della coltivazione dell’orto a scuola come strumento didattico ne avevamo già parlato, anche noi con entusiasmo, dato che abbiamo sempre sottolineato con forza l’importanza della cultura dell’agroalimentare di qualità a cominciare proprio dai banchi di scuola. Una scelta editoriale che ha portato il nostro quotidiano EnoNews a sottoscrivere una convenzione con il 2° Circolo Didattico di Biancavilla, rinnovata negli anni, per una collaborazione sempre più forte in tal senso: dallo scopo didattico alla comunicazione, e viceversa, non soltanto pubblicando articoli e raccontando le attività della scuola, ma anche intervenendo attivamente all’interno degli appuntamenti didattici, come corsi, incontri e convegni.
Ultima nota, altrettanto positiva, il coinvolgimento che la scuola biancavillese riesce a trasmettere anche alle famiglie degli alunni, anch’esse entusiaste di partecipare a tali progetti.

Facebooktwittermail
Antonio Iacona

Antonio Iacona

L’Accademia Italiana di Gastronomia Storica, guidata dallo studioso e presentatore Rai Alex Revelli Sorini, ha nominato Antonio Iacona “Ambasciatore e Questore del Gusto” per la città di Catania, per il suo impegno nel diffondere le tradizioni enogastronomiche del territorio come strumento di sviluppo culturale, economico e turistico. Poeta, scrittore e giornalista catanese, laureato in Lettere Moderne, Antonio Iacona è sommelier, assaggiatore di olio, cura uffici stampa di eventi legati all’agroalimentare e collabora con numerose testate giornalistiche nazionali di enogastronomia. Dal 2013 cura l’ufficio stampa dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei.

Potrebbero interessarti anche...