Sette chef siciliani presentano Thalass Drop e Aperitivo di Di Rosa e Candiano

chef-evento“Panella di fave e piselli, bufala aromatizzata al limone e rosso di Mazara”; “Beccafico di alalunga con cipolla rossa all’agro ed insalata di sedano e lamponi”; “Tagliata di tonno con pistacchio, cipolla rossa all’aceto e maionnaise di carote”; la “Pizza faccia di vecchia al limone con catalana di frutta e verdure e gambero gobbo crudo” e la “Calamarata con alici, uvetta e finocchietto, crema di ricotta di bufala e pane tostato”; “Polpo con spuma di ceci neri, finocchietto e ricotta”; “Burrata, gambero, datterino confit e foglia di basilico”; “Tagliatella di calamaro su crema di mandorle, prezzemolo, timo e peperoncino, limone candito e quinoa croccante”. Questi i finger food preparati rispettivamente dagli chef Marco Baglieri del Ristorante Crocifisso di Noto, Marco Cannizzaro del Ristorante KM0 di Catania, Salvatore Carpenzano, il resident chef del Ristorante Da Serafino a Marina di Ragusa, Dario Di Liberto del Ristorante Tocco di Ragusa, Lorenzo Ruta della Taverna Migliore di Modica, Salvatore Vicari del Ristorante Vicari di Noto, per dare valore alle due nuove linee di piatti della bottega del vetro Thalass dell’artigiano del vetro Alessandro Di Rosa, presentate a ristoratori, giornalisti e rappresentanti del settore enogastronomico lo scorso lunedì al ristorante Da Serafino a Marina di Ragusa.
Due linee, Thalass Drop, ideata insieme allo chef Vincenzo Candiano della Locanda Don Serafino e Thalass Aperitivo, realizzate per “dare prova” che l’alta cucina è “contenuto, ma anche contenitori, avanguardie innovative per il food design, che sono sperimentate e prendono forma proprio in quella che molti hanno definito la “food valley” siciliana, il sud est dell’Isola”.
Il motivo blu su bianco di Thalass Drop, firmato dallo chef due stelle Michelin di Locanda Don Serafino, rappresenta “un concentrato di mare e ricordi stillato in una distesa di vetro trasparente e puro come l’aria”.collage-piatti-thalass
“Se si potesse distillare in una goccia (Drop) l’essenza della Sicilia d’estate, sarebbe certamente una goccia di blu”, spiegano Di Rosa e Candiano, che hanno cercato di catturare in un piatto la freschezza e l’energia del mare di Donnalucata “per far sì che la stagione più bella possa durare per sempre”.
Questi motivi sono stati applicati anche alla linea Thalass Aperitivo, con la quale per la prima volta in un piatto in vetro viene creato uno spazio per accogliere il calice e cambiare così lo stile dei servizi a buffet, dando valore sia al lavoro di cucina e sala, sia al benessere di chi ne gode. “Cercando come sempre ordine, equilibrio e armonia – racconta Alessandro Di Rosa – trasformiamo anche il buffet in un’esperienza pienamente confortevole per gli ospiti, che potranno concentrarsi sull’esplorazione del proprio viaggio gustativo tra il buon cibo e il buon vino”.
di-rosa-candianoVincenzo Candiano ha chiuso la cena con il dessert: “Tortina al limone e zafferano con crema di mandorle, gelato alla lavanda, melissa e frutti rossi”, presentata naturalmente sui piatti Thalass Drop.
“Dal momento che ogni piatto Thalass è sempre un pezzo unico e ogni forma è forgiata artigianalmente – conferma Di Rosa – i colori del mare, del cielo e dell’estate siciliana possono prestarsi alle suggestioni di ogni esperienza gastronomica”.

Facebooktwittermail

Potrebbero interessarti anche...