Cultura del vino nelle scuole: riparte il progetto della Consulta Nazionale

Salento: vino Negramaro

L’anno scorso, in occasione di Expo 2015, la Consulta Nazionale del Vino Italiano – Co.N.V.I. si era fatta promotrice di un’iniziativa volta a diffondere e valorizzare il patrimonio enologico italiano tra le giovani generazioni, in quanto parte integrante dell’espressione della cultura e dell’identità del nostro paese. Fortemente sostenuta da Pia Donata Berlucchi, vicepresidente ONAV, l’iniziativa ha poi preso forma con una serie di incontri e seminari specifici parte del progetto Bere consapevole: il vino fra i giovani attraverso l’istruzione e la cultura, che nella prima edizione ha visto la partecipazione di 6 istituti scolastici, scelti a campione dal Provveditorato agli Studi di Brescia tra i 50 che avevano offerto la loro disponibilità ad ospitare gli eventi. Forti del successo del primo anno, si è deciso di continuare anche nel 2016, con due moduli dedicati rispettivamente al legame tra vino e musica e a quello tra vino e storia. Il tutto è stato possibile grazie al sostegno del Provveditorato degli Studi di Brescia e alla collaborazione di Mario Maviglia, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale della città, che ha subito aderito con entusiasmo alla proposta di Vito Intini, coordinatore Co.N.V.I. e presidente ONAV Italia, di prendere parte al progetto. Al suo fianco, la professoressa Anna Ida Zappella, nel ruolo di coordinatrice e di supervisore dei vari incontri. Il primo ciclo di questi incontri, L’800 del grande Verdi e di molti altri geni musicali, è cominciato martedì 4 ottobre presso l’Istituto di istruzione Superiore Capirola, Leno (BS). Relatore per l’occasione, il Dott. Ing. Giorgio Penazzato, membro Co.N.V.I. ed ex presidente Fisar, una presenza importante all’interno della Consulta e un interlocutore avvincente, capace di coinvolgere i ragazzi in un appassionante excursus sul vino e la musica, dalla classica alla contemporanea.

Il progetto Il Bere Consapevole – il vino fra i giovani attraverso l’istruzione e la cultura si pone l’ambizioso obiettivo di tramandare alle generazioni più giovani l’importante eredità rappresentata dal patrimonio enologico italiano, presentandolo anche attraverso il ruolo che questo ha giocato nella storia e nella cultura del nostro paese. Al tempo stesso però l’iniziativa vuole portare l’attenzione anche alle modalità con cui ci si approccia al vino, promuovendone il consumo consapevole.bere-un-bicchiere-di-vino-a-bologna

La Consulta Nazionale del Vino Italiano:
Co.N.V.I. Consulta Nazionale del Vino Italiano: Presentarsi uniti per rilanciare i valori e la cultura enologica del nostro paese. È questa l’idea da cui nasce la Co.N.V.I. grazie all’impegno delle maggiori associazioni del comparto vitivinicolo nazionale. Tra le associazioni che ad oggi aderiscono al progetto: Agivi, Ais, Aspi, Associazione nazionale le Donne del Vino, Cervim, Conaf, Donne della Vite, Fisar,  Fivi,  Movimento Turismo del Vino, Oicce, Onav, Sive, Slow Food Italia, Vinarius.
La Consulta è aperta a nuove adesioni da parte di associazioni e istituzioni

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...