Ais Ragusa: 27 nuovi sommelier. Diplomi, cena e festa di fine corso

Have a nAIS day: first diploma’s cerimony in Ragusa!

Tutti impegnati nella ricerca della verità, agogniamo a scoprirla con ogni mezzo: c’è chi si dà alla filosofia, chi alla teologia, chi al vino. Chi sceglie quest’ultima via sa perfettamente che se il vino non ci aiuta a trovare la verità in sé, al terzo bicchiere sicuramente ce la farà dire.
Tuttavia non è questa la consapevolezza che hanno acquisito i primi diplomati AIS della giovanissima Delegazione di Ragusa.

Lunedì 19 giugno durante la cerimonia di “fine corso” i 27 sommelier hanno ricevuto il loro Diploma alla presenza del Presidente Regionale AIS Camillo Privitera e del nostro caro delegato, nonché amico, Giuseppe Bonaventura. La consegna dei diplomi è stata un’occasione preziosa per festeggiare il coronamento di sforzi, studio e tanta passione per il vino, un momento per manifestare gratitudine a tutti i talentuosi docenti intervenuti e a Giuseppe: senza la sua caparbietà non sarebbe mai partita l’avventura dell’Associazione Italiana Sommelier anche nella nostra Provincia, unica in Sicilia a vantare una DOCG come il Cerasuolo di Vittoria.

Le risorse enogastronomiche della nostra provincia non finiscono qui: siamo la Provincia più “Stellata” d’Italia. Non poteva mancare l’AIS! La fortuna di incontrare Mauro Malandrino, sensibile alla diffusione della cultura enoica nella nostra zona, ci ha permesso di seguire i corsi AIS presso Villa Carlotta, scenario di eccellenza ricettiva e culinaria che ospita il ristorante “La Fenice”: stella Michelin ottenuta grazie alla creatività dello Chef Claudio Ruta. Anche la Cerimonia di consegna dei diplomi si è svolta presso Villa Carlotta con un originalissimo buffet ideato dallo Chef Claudio Ruta in abbinamento al Cerasuolo di Vittoria DOCG prodotto da diverse aziende vitivinicole del nostro territorio: Cantina Gulfi, Casa Di Grazia, Poggio di Bortolone, Valle dell’Acate e Tenuta Bastonaca.

Le ore di lezione e di studio dedicate a nozioni di base sull’enologia, sui vini, birre e distillati d’Italia e delle varie parti del mondo hanno lasciato un segno positivo in ciascuno studente e socio AIS, hanno fortificato la nostra passione per il beverage e per molti di noi rappresenta l’inizio di un cammino lastricato di amore per l’approfondimento e di esperienza: chissà questi corsi non abbiano accolto tra i banchi futuri grandi professionisti del settore enologico e gastronomico ragusano.

Senza dubbio un augurio va rivolto all’AIS, ai suoi soci e ai neo-diplomati di Ragusa: possano sempre essere vessilli del buon cibo, del buon vino e della magnifica cultura regionale e nazionale di cui si fregia la nostra bella Italia.

Ad maiora!

Facebooktwittermail

Potrebbero interessarti anche...