Porretta (BO), Soul Food e Street Food: cibo dell’anima e cibo di strada

Da giovedì 20 a domenica 23 il soul incontrerà i migliori cibi di strada dal mondo a marchio Streetfood. Prosegue infatti la collaborazione tra l’associazione nazionale Streetfood che anche per questa edizione, la 30esima, sarà partner del Porretta Soul Festival, uno degli appuntamenti più importanti in Italia e in Europa per gli amanti del genere musicale. Uno Streetfood Village molto “musicale” quindi quello che sarà sistemato nel cuore della città, in Piazza della Libertà e con una appendice nell’area birrifici nei pressi della stazione, per accompagnare le decine di migliaia di persone previste per il Festival. «Ancora una volta un binomio fondamentale quello tra cibo di strada e musica soul in uno dei festival di riferimento in Europa – spiega Massimiliano Ricciarini, presidente di Streetfood – con quello che per l’occasione vogliamo ribattezzare come il Soul Food (Cibo dell’Anima), il cibo di strada fatto con l’anima dai tanti produttori che seguono la nostra associazione che è l’unica in Italia che ne certifica qualità e tradizione». Il giro del mondo attraverso i cibi di strada. Nell’ambito del Porretta Soul Festival lo Streetfood Village sarà operativo dal 20 al 23 luglio a partire dalle 11 di mattina e fino a notte inoltrata. Saranno presenti nei gazebi di Streetfood oltre 50 specialità da tutta Italia e dal mondo per far degustare alle migliaia di persone previste i cibi di strada più tradizionali e genuini Ce ne sarà per tutti i gusti: dalle specialità siciliane (pane ca’meusa, pane e panelle, arancine, pasticceria siciliana), a quelle più locali come la piadina romagnola, poi le bombette pugliesi e altre specialità come puccia con polpo, focaccia barese, pasticciotti leccesi. Dalla Toscana hamburger di Chianina e tortelli di patate alla piastra, fritti o al “sugo”. Dalle Marche olive e fritto ascolano e pesce fritto di San Benedetto del Tronto, dall’ Emilia Gnocco Fritto e salumi. Dalla Campania il fritto napoletano. Saranno presenti inoltre la griglia argentina, specialità messicane e venezuelane, il gyros pita e i souvlaki dalla Grecia e dalla Spagna la Paella. A rinfrescare il palato l’ottima birra artigianale emiliana, Toscana e Friulana e vini e birre di provenienza dai territori dei cibi di strada presenti. Nato come tributo a Otis Redding, dal 1988 il Porretta Soul Festival è uno dei punti di riferimento per il genere musicale del soul e del blues. In 30 anni di Festival la cittadina in provincia di Bologna ha richiamato centinaia di gruppi e musicisti blues tra i più affermati di tutto il mondo.

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...