Ustica Villaggio Letterario si apre ai vini estremi per la gioia dei wine&sealovers

La Sicilia del vino ha in serbo una nuova sorpresa per i wine&sealovers e lo fa pensando all’estate con un evento che profuma di mare dal titolo “No limits Wine e Diving, dai Vini da Terre Estreme alle immersioni”: un’iniziativa che intende rendere omaggio a Ustica e alla sua terra vulcanica. Se ne è parlato in occasione della conferenza di presentazione della manifestazione “Ustica Villaggio Letterario” svoltasi il 16 maggio presso la sala Kounellis del Museo di Palazzo Belmonte Riso a Palermo.
Se di Ustica, ambìta meta turistica per gli amanti della natura incontaminata, tutti conoscono il mare blu cobalto e la profondità di fondali mozzafiato, in pochi sanno che  è l’unica isola  che abbia ottenuto due medaglie d’oro per “Vini Estremi” vinte da Margherita Longo.
Nell’isola, che vanta alcuni fra i più straordinari record nel mondo della subacquea e dell’apnea, si produce, inoltre, la lenticchia più piccola d’Italia ed è ricca di storia, tradizioni, feste patronali e ricette culinarie. Questo piccolo fazzoletto di terra, infatti, dispone di un vastissimo patrimonio di biodiversità in viticoltura fra tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Non a caso, anche in ambito vitivinicolo l’isola ha ottenuto numerosi riconoscimenti e medaglie internazionali grazie alle favorevoli condizioni pedoclimatiche in cui da secoli si coltiva la vite dando luogo ad una “viticultura” prima ancora che viticoltura.
“No limits, wine e diving” mette insieme due particolarità isolane: la parte subacquea e quella enologica. La manifestazione, che si terrà dal 14 al 17 giugno, è inserita nel cartellone di “Ustica Villaggio letterario”, la rassegna in programma sull’isola da giugno a settembre. Durante “No limits, wine e diving”, saranno organizzate una tavola rotonda, con i rappresentanti del Cervim (Centro ricerche vinicole montane), il presidente Roberto Gaudio e altri consiglieri provenienti da diverse zone del mondo in cui la viticoltura è estrema, per fare il punto della situazione e verificare le prospettive future. In questa occasione saranno presentati e degustati i vini vincitori di medaglia d’oro, del 23° concorso enologico internazionale “Mondial des Vins Extrêmes” dall’enologo Gianni Giardina, membro del comitato tecnico scientifico del Cervim e di Roberto Gaudio, presidente Cervim.
“No limits, wine e diving” è organizzata in collaborazione con il Cervim e con l’azienda Hibiscus di Ustica di Margherita Longo, in collaborazione con l’Assessorato ai Beni culturali e dell’identità siciliana e con la Soprintendenza del Mare.
Quattro giorni dedicati alla valorizzazione e conoscenza di vini straordinari e unici, prodotti con uve coltivate in zone sconosciute, geograficamente impervie, in minuscoli fazzoletti di terra strappati in condizioni ardue alla montagna e al mare, al mondo dei consumatori evoluti, appassionati enogastronomi e ai professionisti del settore, ma anche alla scoperta degli straordinari fondali isolani con un intenso programma di immersioni nella prima riserva marina d’Italia. Un’occasione non solo per degustare “Vini da Terre Estreme” della migliore tradizione enoica estrema italiana ed internazionale ma anche per gettare le basi della degustazione e del riconoscimento di questi vini “eroici” frutto della sfida dell’uomo verso una natura difficile ed inospitale che, tuttavia, se rispettata riesce a dare frutti di grande valore.

Facebooktwittermail
Manuela Zanni

Manuela Zanni

Manuela Zanni, classe 1975. Dal 2009 Scrive di storia e cultura gastronomica per riviste enogastronomiche e magazine on line del settore quali cronache di gusto, sapori di sicilia, buonissimo, identità golose, enos e vinoway, solo per citarne alcuni . Dal 2014 ha anche un proprio blog, www.saggieassaggi.it, contenitore di ricette legate al cibo della memoria e ai testi che hanno come perno il cibo, nel suo valore intrinseco di ricordo e trade union tra passato, presente e futuro. Vegetariana da 13 anni, crede che questo sia un punto di forza per apprezzare il caleidoscopio di sapori che la Natura è in grado di offrire. Ama il vino, quello di qualità, con una particolare predilezione per i vini rosati alla cui scoperta e valorizzazione ha tutta l'intenzione di puntare.

Potrebbero interessarti anche...