Il mondo del vino in lutto per la scomparsa di Beppe Rinaldi

Il mondo del vino è in lutto per la scomparsa di Beppe Rinaldi, uomo simbolo delle Langhe e noto a tutti con il soprannome di ”Citrico” per via dei suoi giudizi taglienti e della sua franchezza di pensiero. Ci lascia dopo alcuni mesi di malattia, avrebbe compiuto a breve 70 anni. La sua visione del barolo, la sua concezione ed il suo stile di produzione, il suo essere conservatore nel non volere utilizzare le barrique per rendere docile il tannino e la ruvidezza del nebbiolo, sono impronte indelebili che questo grande uomo del vino ha tracciato lungo il suo percorso di vita.
Icona del Barolo, rappresentante oltre il 60% della sua produzione, ma produttore anche di Barbera d’Alba, Ruchè, Langhe Freisa e Dolcetto d’Alba, è da sempre stato un uomo di Langhe con un profondo rispetto del territorio e della sua tutela, opponendosi alle scelte del consorzio di ampliare nel 2018 la superficie vitata atta alla produzione di barolo: “Invece di piantare Nebbioli anche sotto i letti sarebbe più vantaggioso includere Alba nell’area di produzione del Barolo. Si aggiungerebbero così terreni dell’Albese che già fa parte dell’area del Barbaresco, tradizionalmente e storicamente molto più vocati che non rittani e forre. Si salverebbero boschi, siepi, salici, querce e pioppi da tartufo“.
Innumerevoli le attestazioni di stima che sono susseguite dallo scorso e triste 2 settembre alle quali la redazione di EnoNews si associa.

Facebooktwittermail
Danilo Amato

Danilo Amato

Geometra integerrimo, le "terre" che più gli piacerebbe "misurare" sono le vigne francesi nella Champagne o le straordinarie campagne del Sangiovese; fedele ai numeri, e non solo, non ritiene possibile uscire fuori dagli schemi matematici. Poliedrico e apparentemente tradizionalista, crede con fermezza nelle fonti di energia rinnovabili. Tra le varie strade percorse ha trovato la strada del vino nella lontana edizione di Enopolis, e da allora non ha più abbandonato l'Associazione Italiana Sommelier acquisendo il diploma di sommelier e di degustatore ufficiale. Esperto e preciso nel servizio di sommellerie, collabora con Enonews dal 2013 anche ideando e organizzando eventi come "Calici a Corte" a Brucoli.

Potrebbero interessarti anche...