Un vino, un marsala, una donna, 4 viti. Riconoscimento AIS per Donna Franca

L’avventura dei Florio inizia a Marsala nel 1832, quando Ignazio decide di acquistare un terreno situato tra i bagli di Woodhouse ed Ingham, coloro che per primi apprezzarono ed esportarono il vino marsalese Perpetuo. L’anno successivo all’acquisto, Vincenzo Florio fonda le Cantine Florio. Dal 1833 inizia l’ascesa delle Cantine Florio e dello stesso Marsala. La famiglia però non si ferma al vino ed espande i suoi interessi anche ad altri settori. Lo spirito imprenditoriale dei Florio si fa notare e nel 1904 Florio costituisce, insieme ad altri otto imprenditori marsalesi, la S.A.V.I. (Società Anonima Vinicola Italiana). Due anni dopo, nel 1906, Vincenzo decide di organizzare una gara automobilistica internazionale sulle strade della Sicilia; nasce il 6 maggio del 1906 la Targa Florio. La fortuna della famiglia però comincia a cambiare, fino a quando nel 1924 la Cinzano acquista l’azienda. La Cantina subì gravissimi danni durante la Seconda guerra mondiale ma per fortuna si riuscirono a salvare delle botti. La storia va avanti e dopo un’altra cessione da parte della Cinzano, nel 2003 nasce, dalla fusione di Aziende Casa Vinicola Duca di Salaparuta S.p.A. e S.A.V.I. Florio&C. S.p.A, la “Duca di Salaparuta S.p.A”. La bellissima struttura di Marsala viene ristrutturata e vengono acquistate altre suggestive tenute sparse per la Sicilia. Lo spirito imprenditoriale dei Florio rivive soprattutto nella concezione innovativa di fare vino e fare accoglienza; le Cantine Florio vantano circa 30.000 visitatori l’anno che restano senza fiato dinanzi ad un baglio situato di fronte al bellissimo mare marsalese che unisce strutture tradizionali ad un modo moderno di pensare il vino. La storia quindi continua e ricomincia, senza dubbio però, il fortissimo legame con la famiglia Florio si fa sempre sentire ed in particolare c’è una figura chiave che rappresenta la famiglia, la Sicilia stessa ed il Marsala: Donna Franca.

Regina della belle époque siciliana, il Kaiser Guglielmo II la soprannominò “Stella d’Italia”, Gabriele d’Annunzio la definì “l’Unica”, mentre per i siciliani era semplicemente Donna Franca.

Il suo fascino riusciva a coniugare la bellezza fisica all’intelligenza, la spigliatezza alla capacità di conversazione con qualsiasi interlocutore, un’eleganza innata ed una forza d’animo che pochi hanno.

Figlia del Barone Jacona della Motta di San Giuliano e di Costanza Notarbartolo di Villarosa, sposò nel 1893 il giovane Ignazio Florio; aveva soltanto diciannove anni. Proprio a questa donna, forte, moderna, intelligente e bella, è dedicato il Marsala superiore semisecco ambra Donna Franca riserva, che ha ricevuto le quattro viti nella guida Vitae 2019 dell’Associazione Italiana Sommelier.

Il vino nasce da uve grillo provenienti dai vigneti assolati del marsalese. Il sistema di allevamento è l’alberello. Un blend di Marsala invecchiati di almeno 15 anni in botti di rovere.

Marsala Superiore Semisecco Ambra Donna Franca Riserva – Florio

Degustare questo Marsala è un’esperienza sensoriale e visiva. Manto brillante giallo ambrato. Profumi intensi ed eleganti, un vortice di sensazioni che richiamano frutta disidratata, albicocche e ananas, fichi secchi, nocciole e noci, miele di castagno e delicati profumi dolci come pasta frolla appena sfornata e crema pasticcera, bacca di vaniglia. Le sensazioni si evolvono ed arrivano note di incenso e resina, smalto e salsedine. In bocca conferma ciò che l’avventore si aspetta. Gusto rotondo, importante, intenso ma di una eleganza straordinaria. Piacevolmente caldo e con una bilanciatissima sapidità che rende ogni sorso piacevole ed invoglia ad un altro assaggio. Gli abbinamenti sono molteplici ed il Marsala, nelle sue diverse declinazioni, potrebbe essere bevuto a tutto pasto ma il Donna Franca Semisecco riserva è perfetto da abbinare a formaggi a lunga stagionatura o ad alcuni tipi di dolci, secchi ed a base di mandorle oppure, perché no, ad un sigaro.

Immaginate di gustare il marsala in un salotto dei primi del ‘900 insieme ad un sigaro ed in compagnia di Donna Franca.

Cantine Florio

Via Vincenzo Florio, 1
91025 Marsala ( TP )
Tel. 0923 781111 fax 0923 792380
info@duca.it
www.duca.it/cantineflorio/

 

Facebooktwittermail
Francesca Scoglio

Francesca Scoglio

Nata a Messina, il primo incontro con Bacco risale al liceo quando rimase colpita dalla visione delle Baccanti al teatro antico di Siracusa e dalle continue letture di scrittori e poeti classici che elogiavano il vino come “nettare degli dei”. Dopo una laurea in Scienze Politiche conseguita a Palermo, finalmente arriva a Catania. Responsabile d’ufficio ed HACCP nell’azienda per cui lavora, la voglia di imparare la porta a cercare strade alternative. Una discussione apparentemente casuale con una collega le fa conoscere l’Ais ed i suoi corsi e da lì la curiosità la spinge ad intraprendere questo percorso. La curiosità diventa passione, la passione diventa Diploma da Sommelier Ais nel 2015. Lo studio continua e la porta al conseguimento dell’attestato di degustatore ufficiale Ais nel 2016. Il suo motto è “Non si finisce mai di imparare” e da qui la voglia continua di studiare, aggiornarsi, viaggiare e conoscere le svariate realtà che il mondo del vino offre.

Potrebbero interessarti anche...