Stefania Busà neopresidente MTV ci racconta i primi passi del suo mandato

E’ Stefania Busà, dell’azienda vinicola Rudinì di Pachino (SR), la nuova Presidente del Movimento Turismo del Vino Sicilia.
L’associazione, nota per manifestazioni di grande adesione come “Cantine Aperte” e “Calici di Stelle”, punta ad attrarre sempre più turisti nelle cantine promuovendo la visita e la valorizzazione delle aree vocate alla produzione vitivinicola.
L’assemblea dei soci, in occasione della riunione del 25 febbraio scorso, ha contestualmente eletto un nuovo consiglio direttivo composto da Gaetana Jacono di Valle dell’Acate in qualità di vice presidente, e i consiglieri Graziano Nicosia di Cantine Nicosia, Viviana Pitino di Planeta e Alessandro Parisi di Tenute Orestiadi.
Una nuova direzione che intende rafforzare il lavoro svolto dalle circa 1000 cantine aderenti in tutta Italia che da nord a sud dal 1993 contribuiscono attivamente a far crescere i numeri di un turismo enogastronomico italiano di qualità dove la componente storico-culturale, la tutela del paesaggio, il rispetto della filiera, sono valori aggiunti del fare impresa.
Il mandato appena cominciato di Stefania Busà riscalda i motori e prepara una stagione di impegno attraverso vari strumenti: “Il primo passo sarà quello di strutturare una crescita sui social e nel web per offrire servizi e risposte all’enoturista sin dal momento in cui comincia a pensare al viaggio e sta per organizzarsi per venirci a trovare – dichiara la Busà, fresca di investitura, che abbiamo incontrato a Noto alla festa dell’Associazione delle donne del vino (della quale è vice delegata per la Sicilia, ndr) -. La nostra voce sarà corale, faremo rete in modo coeso così da poter lanciare una comunicazione forte e chiara verso l’esterno”.
E’ dal web e dai canali social che inizia quella primissima fase della buona accoglienza, una strategia che può trasformarsi in risorsa per un unico grande progetto, come ci racconta la manager di Rudinì: “Vogliamo continuare ad attrarre sempre più stranieri, ma desideriamo anche educare il turista italiano e locale che spesso pianifica le sue esperienze all’estero dimenticando le nostre straordinarie realtà”.
Stefania è determinata e conduce l’azienda di famiglia seguendo i ritmi vertiginosi di un settore in crescita, ma è anche moglie e mamma di tre figli, l’ultimo arrivato ha appena compiuto due anni, in un’epoca in cui sempre più spesso si pensa che fare impresa sia inconciliabile con l’avere una famiglia, lei risponde con naturalezza: “Non è facile e sono sempre di corsa, per lavoro viaggio tantissimo perché mi occupo dell’esportazione dei miei vini in prima persona, ma con la coordinazione e l’organizzazione riesco a gestire tutto, inoltre attraverso il mio impegno sto trasmettendo ai miei figli anche il valore della voglia di fare e di farcela”.
E’ quel modo unico che hanno le donne di trovare soluzioni, un inizio a gonfie vele per Stefania Busà, alla quale auguriamo buon lavoro.

Facebooktwittermail
Valeria Lopis

Valeria Lopis

Nativa etnea, è appassionata degustatrice di vino e cibo. Legata all'AIS dal 2014, prima come winelover e poi come Sommelier. Scrivere e comunicare sono "esigenze" che coltiva attraverso le collaborazioni con riviste e rotocalchi. Una grande passione per la campagna e le vigne la spinge ad esplorare il terroir locale, e non solo, con entusiasmo. Da buona siciliana ama la tavola imbandita e il cibo di qualità e la condivisione di essi, un'immancabile tradizione di famiglia che oggi rappresenta anche un patrimonio culturale da valorizzare e comunicare

Potrebbero interessarti anche...