A Palermo “Panettone senza confini”

Sarà un appuntamento dolce quello in programma domenica 24 novembre a Palermo.

“Panettone senza Confini” porterà infatti nel capoluogo siciliano i panettoni artigianali di qualità di tutt’Italia. La giornata sarà articolata in diversi momenti e si aprirà in mattinata (dalle 10,30 alle 12,30) presso la Sala De Seta, ai Cantieri Culturali della Zisa, dove si terrà un convegno tenuto dai Maestri Debora e Iginio Massari, Achille Zoia e Fabrizio Donatone sul tema “Lievitati e ingredienti di qualità in pasticceria”. Ingresso libero fino ad esaurimento dei 400 posti disponibili, prenotabili solo online.

Il ricco programma della giornata continuerà poi a Palazzo Sant’Elia, con una conferenza stampa (riservata agli addetti ai lavori) alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e dei Maestri componenti la giuria, per poi proseguire, a partire dalle ore 16,15, con l’apertura al pubblico delle sale del piano Nobile dello stesso Palazzo, dove, previo l’acquisto di  biglietto, si potranno degustare tutti i Panettoni in gara e i prodotti delle numerose aziende del territorio presenti.

“Panettone senza Confini” è una manifestazione che si propone di fare conoscere le tante declinazioni del grande lievitato più rappresentativo del nostro Paese, attraverso le interpretazioni di Maestri Pasticceri provenienti da tutt’Italia, coinvolgendo i nomi più illustri del panorama nazionale della pasticceria, come è stato nelle edizioni di Napoli, Reggio Calabria e Brescia de “Il Panettone secondo Caracciolo” che, per l’occasione, ha cambiato  nome.

La scelta di svolgere la kermesse a Palermo, con il contributo del Comune e dell’Assessorato alla Cultura, è ricaduta su una città ricca di storia, fascino ed eleganza, come il dolce che sarà il protagonista indiscusso dell’evento.

La giuria che dovrà valutare la qualità dei panettoni in concorso sarà composta da grandi nomi della pasticceria italiana come Iginio Massari “Maestro dei Maestri”, Achille Zoia “Padre del panettone moderno”, Vincenzo Tiri “Lievitista pluripremiato”, Fabrizio Donatone “Campione del Mondo di pasticceria”, Debora Massari “Maestro AMPI e tecnologa alimentare”, e Piergiorgio Giorilli, “L’essenza della panificazione italiana”.

Alla kermesse sono stati invitati 12 Maestri in rappresentanza di 10 pasticcerie:

Marco Antoniazzi (Pasticceria Antoniazzi di Bagnolo San Vito, Mantova)

Angelo Di Masso (Pasticceria Pan dell’Orso di Scanno, AQ)

Roberto Cantolacqua (Pasticceria La Mimosa di Tolentino, MC)

Marta Boccanera e Felice Venanzi (Pasticceria Grué, Roma)

Andrea Urbani (Pasticceria Guerrino, di Fano, PU)

Vincenzo Donnarumma (Pasticceria Peccati di Gola, Pimonte, NA)

Rocco Scutellá (Scutellá, Antica Pasticceria Artigianale dal 1930, Delianuova, RC)

Angelo Musolino (Pasticceria La Mimosa, Reggio Calabria)

Santi Palazzolo (Pasticceria Palazzolo, Cinisi, PA)

Giuseppe e Mauro Lo Faso (Pasticceria Delizia di Lo Faso, Bolognetta, PA)

Alla finale palermitana si sono aggiunti anche i vincitori del contest nazionale dedicato ai professionisti:

Nicola Iacovera (Antica Ricetta di Nonna Sesella, Genzano di Lucania, MT)

Elvio Pasquale Donatone (Arte del Dolce, Velletri, RM)

Vincenzo Faiella (Pasticceria Pina, San Marzano sul Sarno, SA)

I primi tre classificati del contest riservato agli amatori che avranno, invece, la possibilità di sottoporre il loro lievitato alla stessa giuria che assegnerà i premi tra i professionisti, sono:

Fabio Fiorentino, di Palermo

Simona Garaldi di Cressa, NO

Alessandro Perrelli di Roma

Fuori concorso sarà presente  la Pasticceria Donnino di Palermo che farà degustare un Panettone creato per l’occasione.

Nel corso della serata si assegneranno anche i premi “miglior packaging” (giudicato da Alessandro Fici, consulente in Neuromarketing della IULM di Milano) e “Panettone senza Confini 2019” alla carriera.

L’intera giornata ha anche una grande valenza sociale; il ricavato dell’evento, anche grazie alla collaborazione con “La culla di Alice Onlus” che opera nella realtá siciliana, verrà, infatti, destinato alla Onlus Starterprius, che ha come fine la scolarizzazione dei bambini siriani e si occupa direttamente dell’organizzazione dell’evento in collaborazione con Chezmoibyfausto.

 

Facebooktwittermail
Antonio Carreca

Antonio Carreca

Giornalista professionista e sommelier, Antonio Carreca nel corso della sua quasi trentennale carriera ha collaborato e collabora con tv, radio, giornali e testate on line. Ha curato anche uffici stampa di enti pubblici, aziende e società sportive; ha diretto periodici on line. Nel 2010 è stato tra i fondatori e primo direttore responsabile di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...