Arnaldo Caprai: degustazione Ais per scoprire il Sagrantino tra storia e terroir

La regione è l’Umbria, la provincia è Perugia, il comune è Montefalco il cui toponimo, secondo la leggenda, si deve a Federico II di Svevia. Si narra della fuga dei falchi tanto amati dal giovane imperatore, stanziatosi poco distante da Coccorone (Cors Coronae). I falchi scelsero Coccorone per posarsi, preferendolo alle campagne circostanti, e gli abitanti del paese li presero per riportarli a Federico II, con la richiesta di non attaccare il loro paese. Questi, acconsentendo, decise di ribattezzare Coccorone col nome di Montefalco.
La storia enoica dei vini di Montefalco ha origini alquanto datate; sin dalla prima metà del Trecento gli statuti comunali della zona includevano leggi e disposizioni a tutela del vino e della vite. Risale al XVI secolo il primo documento ufficiale che cita il nome del vitigno Sagrantino, che si trova nell’archivio notarile della città di Assisi, e fonti storiche citano che intorno al 1280 la città viene conquistata da Todi e proprio durante il periodo dell’occupazione tuderte iniziò la coltivazione delle uve Grechetto che si vanno ad aggiungere alla più antica tradizione del vino rosso.
Storia, cultura e tradizione possono anche concentrarsi in una straordinaria degustazione dei vini dell’Azienda “Arnaldo Caprai” e l’occasione da non perdere assolutamente è quella dell’evento organizzato dalla Delegazione AIS Messina Jonica-Taormina, sabato 12 maggio 2018 presso l’Hotel Villa Diodoro di Taormina (ME).

Vi anticipiamo le etichette in degustazione:
Grecante Colli Martani | DOC Grechetto 2017
Montefalco Rosso | Vigna Flaminia Maremmana | DOC 2015
Montefalco Rosso Riserva | DOC 2013
Collepiano Montefalco Sagrantino | DOCG 2012
25 Anni Montefalco Sagrantino | DOCG 2012
25 Anni Montefalco Sagrantino | DOCG 2003

La degustazione sarà condotta da:
Irene Bececco – Brand Ambassador “Arnaldo Caprai”;
Camillo Privitera – Presidente AIS Sicilia;
Gioele Micali – Delegato AIS Messina Jonica-Taormina.

Info e prenotazioni:
Mariagrazia Barbagallo | 38 7968428 | mgbgaia@tiscali.it
Gioele Micali | 349 2741007 | gioele.micali@libero.it

Quota di partecipazione con buffet conclusivo: € 35,00
(Posti limitati, gradita conferma entro il 9 maggio 2018)

Facebooktwittermail
Danilo Amato

Danilo Amato

Geometra integerrimo, le "terre" che più gli piacerebbe "misurare" sono le vigne francesi nella Champagne o le straordinarie campagne del Sangiovese; fedele ai numeri, e non solo, non ritiene possibile uscire fuori dagli schemi matematici. Poliedrico e apparentemente tradizionalista, crede con fermezza nelle fonti di energia rinnovabili. Tra le varie strade percorse ha trovato la strada del vino nella lontana edizione di Enopolis, e da allora non ha più abbandonato l'Associazione Italiana Sommelier acquisendo il diploma di sommelier e di degustatore ufficiale. Esperto e preciso nel servizio di sommellerie, collabora con Enonews dal 2013 anche ideando e organizzando eventi come "Calici a Corte" a Brucoli.

Potrebbero interessarti anche...