“EtnAmbiente”: progetto educativo e App contro rifiuti e discariche abusive

EtnAmbiente, questo il nome del progetto e dell’APP di segnalazione, creata da Aionlab, che, disponibile per tutti i cittadini, unisce imprenditori, associazioni, istituzioni in una lotta comune contro chi inquina. Con un semplice scatto, chiunque ha la possibilità di rendere noto alla istituzioni preposte lo scempio sul territorio. WWF, AIGAE, CAI di Piedimonte, Terre di Biosfera, Federescursionismo, Cai di Bronte, Corpo Forestale, Parco dell’Alcantara, Parco dell’Etna, Lions, Legambiente, Consorzio della Ciliegia, Consorzio Etna DOC, Consorzio EtnaRe, sono tutti firmatari di questo importantissimo partenariato, che raggruppa una “potenza di fuoco” educativa e una corrente di attivismo senza precedenti. “ADOTTA UNA TELECAMERA” rappresenta, all’interno del progetto, parte degli accordi firmati con le istituzioni: consente a chi ne avesse necessità, la possibilità d’installare nella proprietà privata una telecamera che punti sul suolo pubblico. Il progetto si sviluppa dall’educazione nelle scuole elementari e medie, attraverso un apposito piano formativo a cui partecipano tutte le associazioni firmatarie con le proprie esperienze e attività, e prosegue con il cittadino, dando – attraverso l’APP – la possibilità di denunciare i deturpamenti, in maniera anonima, alla Strada del Vino. I comuni sono il necessario e imprescindibile “strumento” di questo progetto: è già stato firmato un accordo con Piedimonte Etneo, che verrà prossimamente esteso ai comuni di Randazzo, Bronte, Maletto, e Francavilla di Sicilia, con l’ambizione di coprire tutti i 20 comuni dell’Etna. Vista l’importanza del tema, di caldissima attualità, abbiamo bisogno di tutto il vostro aiuto per comunicare più diffusamente possibile tutte le nostre attività. Noi crediamo, ci crediamo!, che sia l’inizio di una nuova era di collaborazione e associazionismo! 

Facebooktwittermail
La Redazione

La Redazione

La Redazione di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...