Ad Acireale la Musica è senza frontiere. Presentato il calendario di “VPM 2019”

La parola d’ordine quest’anno è: Amore! Amore per la Musica, per ciò che rappresenta per la nostra Anima, sublime e lieve come una preghiera. Amore per la Cultura, che ad Acireale, cuore barocco siciliano, certo non manca. Amore per il Vino, canto lirico che si fa ponte con il cielo e che assurge a ruolo di solista nel più bello dei nostri concerti… E la parola Amore ha fatto da trampolino di lancio anche alla conferenza stampa di presentazione, ieri mattina, del nuovo calendario di Villa Pennisi in Musica 2019. Un appuntamento ormai tradizionale, perché ben 11 edizioni sono più che sufficienti per rendere un evento così prestigioso una vera e propria Tradizione per tutta la Sicilia. Acireale, 31 luglio – 13 agosto: il tema ricorrente è VPM Festival 2019: musica senza frontiere, proprio perché l’Amore è una chiave che apre anche le porte più sbarrate. La direzione artistica è ancora del “mattatore” David Romano, simpatia partenopea naturale, come naturale è la bellezza che trapela da Villa Pennisi, nel cuore di Acireale, aperta durante l’anno appena due o tre volte, per gli appuntamenti FAI, e che in occasione di VPM si trasforma in una babele limpida e soave di suoni e di colori e di sorrisi… Il Calendario, neanche a dirlo, è davvero prestigioso e la kermesse musicale, unica in Italia, coniuga ancora una volta le note con architettura, design, eco-sostenibilità e cultura enologica. In partnership con l’organizzazione, infatti, c’è AIS Sicilia, con la Delegazione di AIS Catania, e l’azienda vitivinicola Primaterra, che da qualche anno a questa parte è divenuta essa stessa teatro di arte, musica e cultura per vivere i vigneti dell’Etna in modo suggestivo e completo. Da qui l’intervento in conferenza stampa, oltre a quello di David Romano, del presidente di AIS Sicilia, nonché produttore di Primaterra, Camillo Privitera, assieme al sindaco di Acireale, Stefano Alì, all’assessore al Turismo, Salvo Pirrone. A sostenere l’evento, infatti, sono anche il Comune di Acireale, Teda Legno, Mandarin, l’Associazione Costarelli e Sibeg Coca-Cola. Da quest’anno, inoltre, media partner della manifestazione sarà la testata online Amadeus (amadeusmagazine.it), che seguirà tutte le fasi del Festival, con news, interviste ai protagonisti di VPM, rubriche e video.

VPM, poi, è anche una Summer School per musicisti, designer e architetti che ha in cartellone il meglio della musica cameristica, da Mozart a Beethoven, da Stravinskij a Wagner, con Beatrice Rana, Alessandro Carbonare, il Sestetto Stradivari dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Fabien Thouand (primo oboe del Teatro alla Scala di Milano), Gianluca Campo flauto solista dell’Orchestra di San Gallo, una composizione in prima assoluta di Riccardo Panfili, ma anche il folk degli artisti partenopei Ilaria Graziano e Francesco Forni, il jazz di Piazzolla e le atmosfere americane di Gershwin di The Bass Gang, l’Aida di Verdi riadattata dal Gomalan Brass Ensemble e, per la prima volta, i Liutai in residence – Alessandro Zanesco e Clara Contadini – costruiranno un violino che sarà assegnato ad uno studente di Acireale meritevole e bisognoso (grazie alla partnership con http://www.ciresafiemme.it e l’utilizzo del legno delle foreste di Stradivari, caduti in Val di Fiemme per la tempesta di vento nel novembre 2018). Il “grazie” degli organizzatori è andato ancora una volta alla generosità della Famiglia Pennisi, che ha messo a disposizione i meravigliosi spazi della sua casa, rendendo la manifestazione molto di più di un Festival estivo: è un “cantiere musicale” che unisce una scuola di perfezionamento nella quale sono affrontati tutti gli aspetti relativi alla formazione di professionisti della musica dal vivo e dell’architettura e un Festival di Musica denso di eventi, tutti ad ingresso gratuito, dove si abbattono i limiti di genere aprendo un canale di comunicazione tra il pubblico della “classica” e quello della musica popolare, con grandi ospiti della scena internazionale.

EnoNews ha seguito la conferenza stampa, realizzando alcune interviste video che proporremo durante questi giorni del Festival. Presenti, oltre a Camillo Privitera, la Delegata AIS Catania, Maria Grazia Barbagallo, e la responsabile segreteria e PR di AIS Sicilia, Tiziana Gandolfo. In particolare, la Delegata AIS Catania ha voluto anche ringraziare le altre aziende vitivinicole che, assieme a Primaterra, rendono possibili le degustazioni: Mortilla, azienda agricola biologica di Giovanna, Duca di Salaparuta, Paolo Calì, Firriato, Primaterra, Principi di Butera, Tenuta Valle delle Ferle, Mazzei, Baglio del Cristo di Campobello, Tenuta InCarrozza. Giorno 11 agosto, infine, sempre ad Acireale verrà presentato il calendario dell’azienda Primaterra, “Etna Genesis”: anche quest’anno, infatti, i vigneti di Camillo Privitera e Tiziana Gandolfo si trasformeranno in un palcoscenico naturale, dove poter vivere, assieme alle degustazioni, momenti culturali di rara bellezza, tra concerti, installazioni artistiche e conversazioni letterarie.

Ecco, intanto, il programma dettagliato della kermesse.

PROGRAMMA FESTIVAL VPM19
Direzione artistica David Romano

31 luglio ore 21 – Largo Giovanni XXIII
Ilaria Graziano e Francesco Forni
Twinkle, Twinkle

2 agosto ore 21 – Largo Giovanni XXIII
Gomalan Brass
Aida

4 agosto ore 21- Chiesa di Santa Maria dell’Odigitria
Quartetto Katane
Haydn – Quartetto in sol minore, Hob.III:33; op. 20 n. 3
Brahms – quartetto op. 51 n. 2

5 agosto ore 19 – Antisala Consiliare – Palazzo di Città Acireale
Concerti aperitivo _ Primo appuntamento
Duo Van der Klis – Pavoncello
Elena Pavoncello, violino
Jasper Van der Klis, pianoforte
Grieg, Sonata n. 2 per violino e pianoforte in sol maggiore, Op. 13
Albéniz, Rondeña da Iberia per pianoforte
Ysaye, Sonata n. 2 per violino solo, “Jacques Thibaud” Op. 27
Franck, Sonata per violino e pianoforte in la maggiore

6 agosto ore 19 – Antisala Consiliare – Palazzo di Città Acireale
Concerti aperitivo _ Secondo appuntamento
Tobia Pizzirani, pianoforte
Beethoven, Sonata in fa minore op. 57, “Appassionata”
Chopin, Sonata n. 3 per pianoforte in si minore op. 58

6 agosto – Cantine PRIMATERRA – Randazzo
Duo Van der Klis – Pavoncello
Elena Pavoncello, violino
Jasper Van der Klis, pianoforte
Grieg, Sonata n. 2 per violino e pianoforte in sol maggiore, Op. 13
Albéniz, Rondeña da Iberia per pianoforte
Ysaye, Sonata n. 2 per violino solo, “Jacques Thibaud” Op. 27
Franck, Sonata per violino e pianoforte in la maggiore

7 agosto ore 19 – Antisala Consiliare – Palazzo di Città Acireale
Concerti aperitivo _ Terzo appuntamento
Francesco Bravi e Adriano Leonardo Scapicchi, pianoforte
Ravel, Rapsodia Spagnola, versione originale per pianoforte a quattro mani
Stravinskij, La Sagra Della Primavera, versione originale per pianoforte a quattro mani

7 agosto – Cantine PRIMATERRA – Randazzo
Maximilian von Pfeil, violoncello
Bach, Suite per violoncello solo n. 6
Britten, Suite per violoncello solo n. 1
Kirchner, “Und Salomon Sprach“per violoncello solo

8 agosto ore 21 – Villa Pennisi – Opening Gala Concert
Mario Montore, pianoforte
David Romano, violino
Alessandro Carbonare, clarinetto
Fiorenzo Madonna, voce recitante
Stravinskij, Histoire du Soldat

9 agosto ore 21 – Villa Pennisi
Beatrice Rana e Massimo Spada, pianoforti
Percussionisti VPM
Mozart, Sonata per due pianoforti K 448
Bartók, Sonata per due pianoforti e percussioni

10 agosto ore 21 – Villa Pennisi
The Bass Gang
Da Bach a Piazzolla

11 agosto ore 21 – Villa Pennisi
Sestetto Stradivari & friends
Musiche di Riccardo Panfili e di Richard Wagner

12 agosto ore 19 – Antisala Consiliare – Palazzo di Città
Concerti aperitivo con gli studenti VPM _ Quarto appuntamento
VPM Cellos

12 agosto ore 21 – Villa Pennisi
Flauti, oboi, archi e architetti. Musiche plurime per strumenti e attrezzi
con Marlène Prodigo, Fabien Thouand, Gianluca Campo, David Bursack, Sara Gentile
Presentazione del violino VPM costruito durante i giorni del Festival

13 agosto ore 21 – Villa Pennisi
Mario Montore, pianoforte
David Romano, violino
Diego Romano, violoncello
Cajkovskij Trio

 

 

Facebooktwittermail
Antonio Iacona

Antonio Iacona

L’Accademia Italiana di Gastronomia Storica, guidata dallo studioso e presentatore Rai Alex Revelli Sorini, ha nominato Antonio Iacona “Ambasciatore e Questore del Gusto” per la città di Catania, per il suo impegno nel diffondere le tradizioni enogastronomiche del territorio come strumento di sviluppo culturale, economico e turistico. Poeta, scrittore e giornalista catanese, laureato in Lettere Moderne, Antonio Iacona è sommelier, assaggiatore di olio, cura uffici stampa di eventi legati all’agroalimentare e collabora con numerose testate giornalistiche nazionali di enogastronomia. Dal 2013 cura l’ufficio stampa dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei.

Potrebbero interessarti anche...