La “Giornata del Sommelier 2020”: un evento ricco di partecipazione e novità per AIS Sicilia

Nell’ambito del ricco programma di iniziative dell’Associazione Italiana Sommelier Sicilia, si conferma un importante appuntamento la “Giornata del sommelier” che, giunta alla seconda edizione, si è svolta il 22 febbraio scorso presso la meravigliosa cornice del palmento di Radicepura a Giarre (CT).
Un momento di incontro tra gli associati e gli amanti del vino, per discutere di quanto realizzato sin ora e dei futuri progetti; un’associazione, l’AIS, che conferma il trend di crescita sia a livello nazionale che regionale, considerata l’affluenza all’evento e la variegata presenza di ospiti, non solo sommelier ma anche appassionati che, in occasione dell’appuntamento, hanno mostrato grande interesse e partecipazione alle attività associative. Un banco d’assaggio con oltre cento etichette e due degustazioni tematiche: “Etna Versus” che ha posto l’accento sulle tipicità dei vini vulcanici italiani, dai territori del Soave ai Colli Euganei ed i Campi Flegrei sino ad arrivare ai vini dell’Etna; “Veneto-Sicilia” ha affascinato gli intervenuti con la degustazione comparativa di vini con taglio bordolese provenienti delle due regioni, si è quindi discusso delle complessità derivanti dagli assemblaggi di Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot e delle diverse espressioni sensoriali che tali vitigni riescono ad esprimere legate ai territori di produzione.
Presente inoltre uno spazio dedicato all’Onaf che, confermando la sinergia in atto con AIS Sicilia, ha portato in degustazione tre formaggi di diverse stagionature, trattandone le caratteristiche di produzione e guidando gli intervenuti nelle diverse espressioni gustative.
Dall’intervista al Presidente Regionale AIS Sicilia, Camillo Privitera (che trovate qui sotto), si esprime soddisfazione per il percorso di crescita dell’Associazione che mira sempre più all’aggiornamento professionale della didattica e del percorso formativo dei relatori, con un prossimo corso sull’olio, con dei master tecnici di approfondimento (in programma un master sull’Etna ed un corso di viticoltura), oltre ad aggiornamenti sul servizio ed approfondimenti sulla gestione ed il servizio di sala: “un impegno nel mondo del vino a 360° partendo dalla vigna sino ad arrivare al turismo ed all’enogastronomia”.
Apprendiamo inoltre, a conferma delle molteplici attività poste in essere da AIS Sicilia, che prossimamente si svolgerà per la prima volta il concorso che eleggerà il “Miglior Sommelier della Sicilia”.

 

 

 

Facebooktwittermail
Danilo Amato

Danilo Amato

Geometra integerrimo, le "terre" che più gli piacerebbe "misurare" sono le vigne francesi nella Champagne o le straordinarie campagne del Sangiovese; fedele ai numeri, e non solo, non ritiene possibile uscire fuori dagli schemi matematici. Poliedrico e apparentemente tradizionalista, crede con fermezza nelle fonti di energia rinnovabili. Tra le varie strade percorse ha trovato la strada del vino nella lontana edizione di Enopolis, e da allora non ha più abbandonato l'Associazione Italiana Sommelier acquisendo il diploma di sommelier e di degustatore ufficiale. Esperto e preciso nel servizio di sommellerie, collabora con Enonews dal 2013 anche ideando e organizzando eventi come "Calici a Corte" a Brucoli.

Potrebbero interessarti anche...