In memoria di Ezio Bosso

Ci lascia un grande uomo, ascoltare la sua musica e le sue parole era un benessere per l’anima.
L’amore per la vita, per la natura, per la bellezza, per la musica e per il vino sono vibrazioni che, tramutate in note, raggiungono i cuori di chi ascolta la sue composizioni: ‘la musica è un atto d’amore, non è di nessuno, è nostra; chi scrive la musica la scrive per lasciarla a qualcun altro’. Le stesse vibrazioni nella quali lui credeva e che lo condussero alla creazione di una Cuvée in collaborazione con un produttore delle Langhe, suo territorio d’origine; uno spumante i cui lieviti ‘danzano contenti’ per 8 anni accompagnati dalle note degli strumenti ad arco. Perché ‘siamo tutti dei grandi bevitori; del vino, come della musica, la cosa bella è che se ne può parlare, e di fatto se la musica non è fatta bene è brutta, se il vino non è fatto bene è cattivo’.
Nel 2018, durante una nostra intervista (che ripubblichiamo qui di seguito), dichiarava ‘Emozione è una parola abusata’; Maestro, lei ne ha regalate tantissime e sarà nostra cura custodirle nel suo ricordo.

 

Facebooktwittermail
Danilo Amato

Danilo Amato

Geometra integerrimo, le "terre" che più gli piacerebbe "misurare" sono le vigne francesi nella Champagne o le straordinarie campagne del Sangiovese; fedele ai numeri, e non solo, non ritiene possibile uscire fuori dagli schemi matematici. Poliedrico e apparentemente tradizionalista, crede con fermezza nelle fonti di energia rinnovabili. Tra le varie strade percorse ha trovato la strada del vino nella lontana edizione di Enopolis, e da allora non ha più abbandonato l'Associazione Italiana Sommelier acquisendo il diploma di sommelier e di degustatore ufficiale. Esperto e preciso nel servizio di sommellerie, collabora con Enonews dal 2013 anche ideando e organizzando eventi come "Calici a Corte" a Brucoli.

Potrebbero interessarti anche...