Cooking Fest: grande vetrina anche per il vino. Il “Catania Wine Fest” con AIS

Catania è pronta a vivere quattro intensi giorni dedicati al cibo e al vino di qualità; dal 30 marzo al 2 aprile lo spazio fieristico delle ciminiere di Catania accoglierà il Cooking Fest, – Salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina – organizzato da Expo Srl in collaborazione con Federazione italiana cuochi, il patrocinio e la compartecipazione della Città Metropolitana di Catania e con il contributo di straordinari partner: Cna Agroalimentare, Cna Catania e AIS. All’interno della manifestazione l’Associazione Italiana Sommelier Sicilia sarà protagonista principale per il settore wine, la prima edizione del Catania Wine Fest sarà interamente curata dalla delegazione di Catania; un grande impegno da parte della delegata Maria Grazia Barbagallo che insieme ad un team di sommelier ha messo in piedi un programma ricco ed un ventaglio di proposte interessanti per diverse esigenze e tipologie di wine lovers. Hanno aderito all’invito di AIS 50 cantine che proporranno oltre 1000 etichette ai banchi d’assaggio, allestiti all’interno degli spazi dedicati al vino; una importante vetrina per le aziende e una bella opportunità per gli appassionati che potranno, con un ticket di 10 euro, accedere al tasting; inoltre sono previste cinque masterclass nelle quali verranno approfonditi alcuni interessanti temi; focus su territori e vitigni autoctoni siciliani interpretati e valorizzati dai produttori che hanno fortemente creduto sulla propria terra e hanno investito sul territorio e sui vitigni come il nerello mascalese, frappato, nero d’Avola, mamertino, nocera altri ancora.
Sabato 30 Marzo alle 18:00 il presidente di AIS SIcilia, Camillo Privitera, insieme alla delegata di Catania ed al presidente delle strade del vino dell’Etna, Gina Russo, guiderà il tasting “Le anime del nerello”, una orizzontale dell’annata 2014 di 11 Etna rosso di aziende che aderiscono alle strade.
Domenica pomeriggio alle 17:00 sarà la volta del Cerasuolo di Vittoria e dei suoi vitigni dell’azienda Paolo Calì; la degustazione sarà guidata dalla responsabile della comunicazione di AIS Sicilia e la delegata di Catania insieme al produttore Paolo Calì. Lunedì un doppio appuntamento; si comincia alle 17:00 con la doc Faro, piccola denominazione riscoperta grazie al lavoro ed al sacrificio di piccoli produttori; ne parlerà la degustatrice AIS Francesca Scoglio insieme a Maria Grazia Barbagallo; seguirà alle 18:00 il tasting dedicato alla azienda Casa Grazia, una realtà in crescita ed a passo con i tempi dedicati alla comunicazione del vino; sarà presente la produttrice Maria Grazia Brunetti e la degustazione sarà guidata dalla resp. della comunicazione di AIS Sicilia, Flavia Catalano. L’ultima giornata del Catania WINE FEST sarà dedicata ad un produttore che ha una bellissima storia da raccontare; il viaggio dall’Argentina alla Sicilia di Nicola Gatti per coltivare e valorizzare il mamertino; la degustazione sarà condotta  dal delegato di Taormina Gioele Micali. Per accedere alle masterclass è previsto  il costo di 15 euro.
In programma, durante le quattro giornate, dalle 16:00 alle 18:00, mini corsi di avvicinamento al vino, guidati dai degustatori AIS, per tutti coloro che hanno la curiosità di conoscere questo meraviglio mondo e vogliono capire di più le tecniche corrette di degustazione.
L’appuntamento è alle ciminiere a partire dal sabato 30 marzo.

5 MASTERCLASS,
50 CANTINE PARTECIPANTI,
1000 ETICHETTE IN DEGUSTAZIONE AI BANCHI D’ASSAGGIO.

Per info e prenotazioni telefonare ai numeri: 348 7968428 | 347 4794093
Oppure inviare una mail a catania@aissicilia.com

Per accedere alla fiera è necessario scaricare l’invito cliccando qui.

Facebooktwittermail
Flavia Catalano

Flavia Catalano

Nata in quella che fu anche la città di Eschilo, vive a Catania da più di dieci anni. Laureata in giurisprudenza, perché nella Giustizia crede fermamente, completa il suo percorso formativo diventando Avvocato e Specialista in professioni legali. Oggi è un temutissimo liquidatore assicurativo. Donna volitiva, testarda e determinata affina le sue innate doti manageriali frequentando un master in gestione e sviluppo delle risorse umane. Le scommesse che ama vincere sono quelle con sé stessa. Considera gli ostacoli un’opportunità; dal corso di vela ha imparato che anche controvento “virando” e “strambando” prima o poi al porto si arriva. Ama esercitare le sue corde vocali guardando le partite della “Signora”. È un’appassionata collezionista di scarpe e borse. Non ha mai giocato con le bambole, e le principesse non rientrano tra le sue muse ispiratrici. Specialista in problem-solving, ritiene che il modo più veloce ed efficace per trovare una soluzione sia osservare il problema dalle isole caraibiche. Folgorata dall’incontro con Bacco, oggi il suo sangue ha un’alta gradazione alcolica. Sommelier e degustatrice ufficiale AIS, collabora con EnoNews dal 2013

Potrebbero interessarti anche...