Buon Natale con il “diamante” di Andrea D’Anna

Il Natale che si avvicina, il Natale 2020, sarà particolare e sicuramente speciale per ognuno di noi.
Uno di quelli che sicuramente non dimenticheremo a causa di una pandemia che ci fa stare lontani da tanti affetti e persone care. Proprio per questo abbiamo pensato di cercare di contrastare questo stato d’animo con un po’ di dolcezza, che ci compensi dalle delusioni e ci faccia trascorrere qualche momento di serenità.
Per farlo abbiamo chiesto l’aiuto di un amico, il bravissimo pasticcere Andrea D’Anna, salito di recente agli onori della cronaca per aver ideato e realizzato un dolce colorato e profumato che richiama odori e sapori della Sicilia. Già il nome dice tutto: “Diamante di verdello”; diamante perché richiama qualcosa di prezioso, verdello per rievocare uno dei frutti simbolo della Trinacria, il limone.
E proprio al profumatissimo limone è interamente dedicato questo dolce che, di recente, è valso al suo creatore anche un riconoscimento ufficiale da parte del Comune di Acicatena, località quest’ultima conosciuta anche col nome di “città del limone verdello”. Per l’opera dolciaria realizzata il sindaco Nello Oliveri e l’assessore alle politiche agricole Angelo Russo hanno consegnato al bravo pasticcere, nato ad Acireale e catenoto d’adozione, una targa ricordo.
37 anni, sposato e padre di due bimbi, Andrea vanta già numerose esperienze professionali in Italia e all’estero e promette di inserirsi nel novero dei grandi maestri pasticceri.
Presentandoci il suo “diamante” (trovate una descrizione particolareggiata nell’intervista allegata) gli abbiamo anche chiesto di abbinargli un vino; lui, per non allontanarsi troppo dalla sua amata Sicilia, ha scelto un passito di Noto doc, che sembra l’ideale per accompagnare le note acidule del dolce.

 

E visto che il Natale è imminente, ad Andrea non potevamo non chiedere anche un consiglio per preparare un bel dolce delle feste. E così, anche nel segno della tradizione, ci ha svelato la ricetta per preparare un bel tronchetto natalizio. Qui di seguito trovate nel dettaglio ingredienti e consigli per eseguirla al meglio.
Buona preparazione e, da tutti noi di ENONEWS, un grande augurio di buon Natale e buone Feste.

TRONCHETTO DI NATALE

BISCUIT: 400 gr. uova intere, 200 gr. zucchero e un pizzico di sale, 110 gr. di farina 00. Preparazione: montare insieme uova, zucchero e il pizzico di sale con l’aiuto di uno sbattitore; appena il composto è di consistenza schiumosa incorporiamo la farina mescolando delicatamente. Stendere con l’aiuto di una spatola su teglia ricoperta da carta da forno, cuocere per circa 4 minuti alla temperatura di 220 gradi.

CREMA PASTICCERA: 1/2 litro di latte, 200 gr. di zucchero, 2 tuorli, 70 gr. di amido di mais, scorza di limone.
Preparazione: creare una pastella con metà dello zucchero, i tuorli, l’amido e un pò di latte; portare a bollore il latte, l’altra metà di zucchero con la scorza di limone, aggiungere a fuoco basso la pastella e mescolare energicamente fino ad ottenere una consistenza cremosa. Quando si è raffreddata aggiungere q.b. pasta aromatizzante a piacere.

GANACHE FONDENTE: 400 gr. di cioccolato fondente, 350 gr. di panna liquida, 50 gr burro.
Preparazione: portare la panna a bollore, fuori dal fuoco inserite il cioccolato tritato precedentemente e il burro, mixare il tutto e lasciare raffreddare.

MONTAGGIO DESSERT: Su di un foglio di carta da forno poggiate il biscuit e spalmate la crema pasticcera aromatizzata a piacere e la confettura, arrotolate e riponete in frigo per 1 ora circa, completate con la ganache morbida e con l’aiuto di un attrezzo dentato rigate la ganache, decorate a vostro piacimento.

 

Facebooktwittermail
Antonio Carreca

Antonio Carreca

Giornalista professionista e sommelier, Antonio Carreca nel corso della sua quasi trentennale carriera ha collaborato e collabora con tv, radio, giornali e testate on line. Ha curato anche uffici stampa di enti pubblici, aziende e società sportive; ha diretto periodici on line. Nel 2010 è stato tra i fondatori e primo direttore responsabile di EnoNews.it

Potrebbero interessarti anche...