A Trapani la degustazione di Primaterra Così l’AIS dà il benvenuto alla Primavera

La delegazione di Trapani dell’A.I.S. è alla sua seconda esperienza di degustazione del 2019, con la finalità di diffondere la cultura del vino e della sua storia nel panorama vitivinicolo italiano. In questa occasione ha proposto i vini dell’Etna. Nella splendida cornice dell’Agriturismo Vultaggio, in Contrada Misiliscemi, fra Trapani e Marsala, la sera di martedì 26 marzo, alla presenza di oltre 50 persone, tra sommelier e wine lovers, l’evento è stato caratterizzato da vari momenti. Franco Rodriquez, Delegato di Trapani, ha introdotto la serata con una comunicazione sul Programma AIS 2019 della delegazione, di seguito Camillo Privitera, Presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Sicilia, ma qui, soprattutto, nella veste di vignaiolo-produttore, ha presentato, con l’ausilio di slide, le caratteristiche del territorio di produzione dell’Etna e, in particolare, della sua Azienda Agricola “Primaterra”, delineando l’unicità dei vigneti della zona, illustrando i fattori climatici e geologici peculiari nella produzione dei vini del “Vulcano”. Privitera ha poi presentato i vini oggetto della degustazione: “Anteprima Spumante Metodo Classico PrimaoPoi 2013“ (anteprima perché proposto non “sboccato“) da vitigno “nerello mascalese”, “PrimaeRosae” Etna Rosato doc, annate 2017 e 2018, Etna Rosso doc, annate 2012 e 2013, e, dulcis in fundo, il Moscato Passito, da uve “moscato bianco”, sempre coltivate ed appassite sulle terre laviche. Privitera ha anche mostrato dal vivo ai presenti come avviene la “sboccatura“ dello Spumante maturato sui lieviti, soffermandosi sulle particolarità dell’aspetto, dell’olfatto e del gusto, un vero e proprio spettacolo, per molti, senza precedenti. Durante la cena i vini sono stati abbinati man mano ai cibi preparati dall’Agriturismo, un Menù particolare creato da Giuseppe Vultaggio e il suo Chef con prodotti locali, elaborati ispirandosi a cibi e metodi di antica tradizione. Splendida degustazione di inizio primavera che segue quella dei Vini Umbri di Lungarotti e precede altre esperienze di assaggio che sono in programma per il prossimo mese. Tutto all’insegna della cultura e della civiltà del vino, come ad A.I.S. si conviene.

Facebooktwittermail
Maria Grazia Sessa

Maria Grazia Sessa

Di origine palermitana, vive nel paese in cui il sole si riflette sulla splendida Laguna dello Stagnone. Pittrice e fotografa, scrittrice e poetessa, unisce a queste sue passioni quella per il giornalismo. Acquisisce una formazione in letteratura, studia pianoforte e contemporaneamente svolge il ruolo di docente e dirigente nella scuola di Stato. Convinta che le arti non abbiano confini, inizia ad avvicinarsi alle tematiche di enogastronomia nel 2014, intraprende la formazione per Sommelier, svolgendo anche il compito di addetto stampa dell’A.I.S.Trapani. Considera la sua mission il diffondere i "tesori" della Sicilia, affinché siano conosciute le loro unicità e genuinità, facendo sì che la fama di questa terra possa "volare" in tutto il mondo ed essere apprezzata per il suo valore.

Potrebbero interessarti anche...