Elogio… al tappo

A proposito di vini e dintorni, si parla sempre di bottiglie, bicchieri, etichette; molto meno di tappi, che pure svolgono un ruolo fondamentale.
Personalmente adoro i tappi, quelli di sughero in particolare, sono una collezionista, ne ho centinaia, ovviamente sono i tappi dei vini da me degustati. Insomma, se parliamo di vini, diamo una dignità anche ai tappi! Essi svolgono un compito fondamentale nella conservazione del vino, e invece subito dopo aver stappato le bottiglie quasi sempre vengono buttati in un cestino. Per me aprire una bottiglia di vino, per esempio la sera, è già una festa anche se il desco è parco.

Nelle grandi occasioni e durante eventi particolari, mi affretto a recuperare i tappi delle bottiglie  man mano che vengono aperte, vi scrivo su, con un pennarello, data e luogo e li espongo in bella vista dentro una damigiana in vetro verde smeraldo, di quelle che si usavano una volta che tengo esposta in salotto. Ditemi, il tappo ha fatto il suo lavoro avvolto in carta stagnola e al buio per tanto tempo? Bene, merita di essere memorabile e rimanere visibile a tutti per esempio in una boccia in vetro.  È lui che nel tempo ci ha permesso di gustare oggi il vino.

Elogiamo questo oggetto semplice ma efficace, lasciandolo esposto in damigiane, in barattoli particolari, insomma credo che meriti una dignitosa “sepoltura” dopo il lavoro svolto.

 

Facebooktwittermail
Maria Grazia Sessa

Maria Grazia Sessa

Di origine palermitana, vive nel paese in cui il sole si riflette sulla splendida Laguna dello Stagnone. Pittrice e fotografa, scrittrice e poetessa, unisce a queste sue passioni quella per il giornalismo. Acquisisce una formazione in letteratura, studia pianoforte e contemporaneamente svolge il ruolo di docente e dirigente nella scuola di Stato. Convinta che le arti non abbiano confini, inizia ad avvicinarsi alle tematiche di enogastronomia nel 2014, intraprende la formazione per Sommelier, svolgendo anche il compito di addetto stampa dell’A.I.S.Trapani. Considera la sua mission il diffondere i "tesori" della Sicilia, affinché siano conosciute le loro unicità e genuinità, facendo sì che la fama di questa terra possa "volare" in tutto il mondo ed essere apprezzata per il suo valore.

Potrebbero interessarti anche...